30.8 C
Napoli
domenica, 14 Luglio 2024
  • Michelin lo sviluppo di pneumatici con il simulatore

    Pneumatici sviluppati interamente con un software di simulazione, Michelin lancia una tecnologia innovativa. 

    La simulazione diventa così uno strumento essenziale per lo sviluppo di pneumatici da competizione e di serie, Michelin è un’azienda pioniera in questo campo, grazie alle sue competenze matematiche. 

    La modellazione matematica del pneumatico consente di individuare le tecnologie più adatte al nuovo veicolo in base alla distribuzione dei pesi e alle caratteristiche tecniche, il brand francese consolida la sua posizione di leader tecnologico accelerando l’innovazione per le gare e la mobilità in generale. 

    Michelin riduce l’impatto ambientale della ricerca e sviluppo utilizzando simulatori 

    Il simulatore consente di riprodurre la realtà dinamica attraverso l’interazione di tre modelli digitali

    • il primo riproduce fedelmente le caratteristiche e l’aderenza dei circuiti
    • il secondo lavora sul telaio del veicolo, anche completo
    • il terzo simula il comportamento degli pneumatici. 

    Al volante di un simulatore il pilota è in grado di testare tutte le possibili configurazioni di pneumatici, interagendo con la vettura, esattamente come su di un vero modello prodotto in serie. 

    Michelin è pioniera nella simulazione

    L’elaborazione dei dati raccolti in gara e le previsioni sul comportamento degli pneumatici, analizzate da un software di simulazione matematica, Michelin introduce questo innovativo sistema nei anni 2000. La vera svolta avviene nel 2005, quando il marchio produttore di pneumatici, viene coinvolta in Formula 1, con la possibilità di rendere i suoi pneumatici da reali a virtuali. 

    Il team R&D di Michelin ha così scomposto lo pneumatico, creando un modello matematico in grado di analizzare ogni suo elemento e soprattutto la struttura. 

    Con il software termodinamico Tame Tire di Michelin, vengono riprodotte anche le deformazioni e gli effetti delle temperature sui materiali e sulle pressioni di gonfiaggio.

    Marco Lasala

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie