24.8 C
Napoli
lunedì, 22 Luglio 2024
  • Auto diesel Euro 3: com’è la situazione in Italia ?

    Le auto diesel Euro 3 o inferiori, stanno man mano limitandosi nella circolazione ed anche nella vendita, fino a quando non scompariranno del tutto.

    In molte regioni d’Italia questo sta già verificandosi, anche se ai registri della motorizzazione risultano ancora iscritte il 12,9 per cento (corrispondente a quasi 5 milioni di auto) dell’attuale parco circolante per trasporto privato.

    Nell’analisi ci aiuta fortemente Facile.it che ha rielaborato i dati ufficiali (ultimo aggiornamento 31/10/17) del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Il portale ha disegnato la mappa delle automobili diesel presenti sul territorio italiano evidenziando come le Euro 3 rappresentino quasi un terzo (pari al 29,89 per cento) delle auto per uso privato alimentate a diesel e ancora in circolazione.

    La percentuale delle suddette auto oscilla tra l’8,5 per cento e il 22 per cento, variando di regione in regione. Se guardiamo la distribuzione territoriale notiamo che le diesel Euro 3 sono presenti maggiormente nel Meridione le cui regioni occupano le prime otto posizioni della classifica nazionale.

    In vetta il Molise e la Basilicata con più di un’auto su 5 di tipo diesel Euro 3, in percentuale siamo al 21 per cento. A seguire la Calabria col 19 per cento e la Puglia con il 18,5 per cento. Oltre il podio, la Sicilia con il 17 per cento, la Campania 16,7 per cento e l’Abruzzo con il 15,4 per cento. 

    Dall’altro capo della classifica, dunque nel senso opposto, abbiamo la Valle d’Aosta dove soltanto l’8,5 per cento del parco circolante è Euro 3, a seguire Toscana (8,7 per cento), Friuli Venezia Giulia (9,1 per cento) e Liguria (9,4 per cento).  Al quinto posto si posiziona la Lombardia (9,5%), l’Emilia Romagna (9,7%) e il Piemonte (10%).

    Se estendiamo l’analisi a tutti i veicoli presenti nell’archivio nazionale della Direzione Generale per la Motorizzazione, notiamo che in totale i mezzi diesel Euro 3 sono più di 8milioni, ovvero il 15,8 per cento del parco circolante. Si parla di almeno 22,3 milioni di veicoli.

    Aumenta il costo dell’assicurazione per le auto Euro 3

    Anche l’RC auto non è per nulla conveniente per questa tipologia di veicoli, il costo aumenta di parecchio rispetto, ad esempio, all’Euro 6.

    «Ad incidere sull’RC auto non è, di per sé, la classe ambientale di appartenenza del veicolo quanto piuttosto la sua anzianità», spiega Diego Palano, Responsabile BU assicurazioni di Facile.it. «Le auto diesel Euro 3 o inferiori, ormai da anni fuori produzione, hanno un’età media decisamente più alta rispetto a quella dei nuovi Euro 6 e per questo le compagnie assicurative applicano premi più cari.».

    Di seguito riportiamo la tabella con i dati regionali relativamente al numero di auto private destinate al trasporto di persone diesel Euro 0 – 1 – 2 – 3. Tali dati sono ripresi dall’archivio nazionale della Direzione Generale per la Motorizzazione.

    Costanza Tagliamonte

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie