Accessori e tecnologia

ZF e Microsoft per la trasformazione digitale: anche nel cloud

ZF e Microsoft per la trasformazione digitale, anche nel cloudZF e Microsoft per la trasformazione digitale: dati sul cloud e visione d’assieme.

 

I dati sul cloud grazie all’accordo ZF e Microsoft per la trasformazione digitale

Ingranaggi precisi e trasmissioni raffinate da più di 100 anni ma il tempo scorre veloce e oggi sappiamo dell’alleanza fra ZF e Microsoft per la trasformazione digitale che passa anche dal cloud. Uno dei brand fra i più classici dell’automotive sceglie un partner che è uno dei simboli stessi dell’informatica e del digitale per un’alleanza che è un vero segno di questi tempi di profonda trasformazione industriale e produttiva. ZF, sinonimo di tecnologia per la mobilità, creerà una piattaforma olistica di dati e integrazione, lo ZF Cloud, per digitalizzare i suoi processi industriali, operativi e aziendali tramite la piattaforma cloud Microsoft Azure. Sappiamo bene che il ruolo di dati e informazioni sarà importante quanto – se non più – quello di prodotti e materiali e le possibilità derivanti dall’accordo ZF e Microsoft per la trasformazione digitale saranno decisive per gestirli. Le grandi potenzialità di ZF Cloud permetteranno di elaborare l'enorme volume di dati (sempre più in crescita) generato dai veicoli che utilizzano le tecnologie ZF per migliorare ulteriormente la connettività dei componenti ZF e abilitare funzionalità del veicolo completamente nuove, tra cui la guida automatizzata e le navette autonome.

 

Componenti, veicoli e servizi connessi grazie all’alleanza di ZF e Microsoft per la trasformazione digitale

Sfruttando le capacità che derivano dall’integrazione di cloud, intelligenza artificiale, Internet of Things e tecnologie di elaborazione dati di Microsoft, ZF sta diventando un provider di servizi di mobilità cloud-native con un’ampia offerta di soluzioni di mobilità pulite, sicure, convenienti. Per accelerare la sua trasformazione digitale, ZF ha messo in preventivo investimenti per miliardi di euro nella sua trasformazione digitale, molti dei quali utilizzati in collaborazione con Microsoft. Il senso dell’operazione è dato da Wolf-Henning Scheider, CEO di ZF: “I dati forniti dai prodotti ZF e dai nostri processi aziendali saranno integrati in un'architettura cloud completa in tutte le aree. Ciò ci consente di migliorare significativamente la nostra efficienza e velocità. Pensiamo e agiamo sempre più come aziende tecnologiche agili che ci consentono di servire meglio i nostri clienti in tutto il mondo”. René Deist, Chief Digital Officer (CDO), ha l’incarico di guidare la trasformazione digitale di ZF e spiega che “Il nuovo ZF Cloud consentirà un processo di pianificazione delle operazioni e delle vendite completamente digitalizzato e integrato lungo la nostra catena di approvvigionamento end-to-end”. In pratica dai fornitori di ZF ai clienti di ZF, integrando tutto quello che c’è fra questi 2 estremi. Una piattaforma dati che permette questa integrazione darà una visione  combinata delle richieste specifiche dei clienti con la previsione della domanda a lungo termine, cosa che permetterà a ZF di anticipare le esigenze di capacità produttiva, interna ma anche esterna all’azienda, in base agli sviluppi del mercato. Il collegamento digitale e pervasivo della catena di fornitura permesso dallo ZF Cloud renderà visibile unitariamente anche il monitoraggio dei movimenti dei materiali.

 

ZF e Microsoft per la trasformazione digitale necessaria per la guida autonoma

La guida automatizzata e autonoma ha nello ZF Cloud in alleato importante perché consente un flusso di dati continuo tra le navette autonome ZF e il loro ambiente. Le potenzialità di ZF e Microsoft per la trasformazione digitale abilitano applicazioni mobili per i servizi navetta, utilizzando la posizione e il traffico per aggiornamenti in tempo reale su disponibilità, capacità e orario di arrivo previsto delle navette con una pianificazione del percorso che evita la congestione e risparmia tempo ed energia. Il cloud Microsoft Azure e i servizi di intelligenza artificiale permetteranno a ZF di fornire soluzioni al settore pubblico per ridurre i costi operativi e, nello stesso tempo, migliorare la sicurezza e la soddisfazione dei clienti.

 

Anche la gestione dei componenti nell’idea di ZF e Microsoft per la trasformazione digitale

L’orizzonte di ZF e Microsoft per la trasformazione digitale prevede anche la creazione della Digital Manufacturing Platform (DMP) per rendere la produzione più flessibile ed efficiente. Il progetto consente a ZF di ridurre i costi di conversione, migliorare l'inventario, le prestazioni e la qualità. Il progetto pilota DMP nello stabilimento ZF di Diepholz (Germania) ha dato risultati positivi e quindi si prevede di implementare la piattaforma in tutti i suoi 200 impianti in tutto il mondo. Il progetto consente a ZF di ridurre i costi di conversione della produzione, migliorare l'inventario, le prestazioni e la qualità. I componenti ZF inviano dati al Cloud, generando notifiche automatiche quando è previsto il successivo intervallo di manutenzione. Questa nuova piattaforma può aiutare ad aumentare la trasparenza delle prestazioni e dei risultati di produzione, con livelli di dettaglio che vanno dalle singole macchine all'intero impianto. Si potrà anche mappare meglio la tracciabilità dei processi di produzione, nonché l'analisi e la previsione dell'output o della qualità della produzione. Le ricadute del processo ZF e Microsoft per la trasformazione digitale arriveranno quindi al post vendita, migliorando efficienza, tracciabilità, affidabilità e approvvigionamento dei componenti. Saprà l’aftermaket confrontarsi con fornitori sempre più digitali?

 

Nicodemo Angì

Commenta