Accessori e tecnologia

Auto di “serie” : A-Team

Chi ha mai detto che tutti i veicoli famosi utilizzati nelle serie tv o nei film debbano essere dei bolidi dal design accattivante?

La serie televisiva A-Team, difatti, ha come veicolo principale, utilizzato dai quattro mercenari ricercati dalle autorità, un furgone GMC Vandura del 1983.

La serie fu trasmessa per la prima volta nel 1983 e narrava le vicende di tre veterani ricercati per un crimine non commesso che decidono, a fronte della loro grande esperienza in campo militare, di diventare mercenari.

I quattro protagonisti sono John "Hannibal" Smith, Templeton "Sberla" Peck, Bosco Albert "P.E." Baracus e H. M. "Howling Mad" Murdock.

L’esterno del furgone era caratterizzato inizialmente dal colore nero e dalla celebre striscia rossa laterale ma in seguito la parte al di sopra della striscia rossa divenne color grigio scuro.

Altre caratteristiche distintive erano sicuramente i cerchi sportivi della American Racing da 15” di colore rosso fiammante, fari sul tetto e il parabufali sul davanti.

Il motore che era montato sul furgone era un 5,7 litri V8 Chevrolet da 210 cavalli e 497 Nm, difatti la vettura puntava molto sulla presenza e sul colpo d’occhio rispetto alla velocità.

Il motore era poi montato davanti all’abitacolo con trazione posteriore ed una trasmissione automatica a quattro rapporti con overdrive.

Quanti modelli furono utilizzati? e dove sono?

Mentre si effettuavano le riprese si utilizzarono sei modelli Vandura, di cui solo due sono stati dati al produttore Stephen J  Cannell e al Carso f the Stars Motor Museum di Keswick.

Come nel caso di Kitt Supercar, trattato precedentemente,  anche questo celebre furgone fu replicato moltissime volte da appassionati ed amanti della serie.

Gag comica molto vista nel telefilm (quasi in ogni episodio in effetti) vedeva P.E Baracus che si preoccupava dell’incolumità del furgone ed era divertente,appunto, osservare il mercenario di quasi 2 metri di altezza avere atteggiamenti duri con ogni altro personaggio della serie (inclusi i suoi compagni d’armi) eccetto che con il suo prezioso Vandura.

A cura di: Massimo De Vivo.

Commenta