33.1 C
Napoli
giovedì, 25 Luglio 2024
  • Viaggiare sicuri insieme ai bambini

    TÜV Italia spiega i nuovi standard per la sicurezza in autoLa sicurezza in auto è di primaria importanza. Soprattutto per i bambini. I neonati, ad esempio, essendo ancora troppo piccoli, non possono assolutamente viaggiare su seggiolini rivolti in avanti. Di questo tema e di altri relativi alla sicurezza in auto ne hanno discusso esperti di 22 Paesi in occasione del congresso "Protezione dei bambini in auto" organizzato da TÜV SÜD. Tutti gli esperti di sicurezza concordano sul fatto che sia buona norma che i bimbi più piccoli (indicativamente fino ad almeno i 15 mesi) debbano sedere rivolti al contrario rispetto al senso di marcia. Purtroppo, troppo spesso o troppo in fretta, i genitori abbandonano questa buona pratica mettendo in serio pericolo la propria e l’altrui sicurezza. Il nuovo Regolamento ECE R 129 (e successive revisioni) regola i requisiti dei moderni sistemi ISOfix e stabilisce appunto che i bambini fino ai 15 mesi di età (105 cm di altezza e 9 kg di peso) debbano essere trasportati con adeguati sistemi di ritenuta rivolti al contrario rispetto al senso di marcia. Questo permette sia una facile installazione dei seggiolini nelle auto predisposte ("i size") sia una migliore protezione laterale. Se il seggiolino è posizionato sul sedile anteriore dell’auto va obbligatoriamente disattivato l’airbag lato passeggero. "Per la prima volta è disponibile una regolamentazione completa per i moderni sistemi ISOfix, anche se è previsto dalla normativa che le famiglie che hanno già seggiolini omologati ai sensi del regolamento ECE R44 / 03 o 04 non devono necessariamente sostituirli", dice. Klaus Langwieder, da anni presidente del Congresso organizzato da TÜV SÜD.Oltre ai seggiolini per bambini più piccoli, un altro tema importante è quello dei seggiolini utilizzati da quelli più grandicelli che prevengono i possibili infortuni causati dalle cinture di sicurezza. E che in Italia sono obbligatori fino ai 150 cm di altezza.

     

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie