25.9 C
Napoli
lunedì, 22 Luglio 2024
  • Costo sostituzione guarnizione della testata: guida completa

     

    Costo sostituzione guarnizione della testata: guida completa

    Con una corretta manutenzione e la sostituzione tempestiva della guarnizione della testata potrai evitare danni al motore e costi di riparazione elevati. Ma cos’è la guarnizione della testata di un’auto?

    Guarnizione della testata: cos’è e a che serve

    La testata è la parte superiore del motore, una sorta di coperchio di ghisa o alluminio (in cui sono compresi elementi come candele e iniettori) che copre i cilindri, andando a chiudere le camere di combustione.

    Per consentire la perfetta aderenza tra testata e blocco motore viene utilizzata una speciale guarnizione, conosciuta come la “guarnizione della testata”, che svolge il compito fondamentale di sigillare perfettamente le due parti del motore.

    La guarnizione è sottoposta continuamente a forti stress meccanici, chimici e soprattutto termici: può raggiungere infatti temperature estremamente elevate e si brucia quando il motore si surriscalda troppo. Non si tratta di un problema da trascurare. Bisogna infatti, ricorrere alla sua sostituzione che può essere effettuata da un meccanico esperto o in autonomia. Tuttavia, il fai da te in questi casi è altamente sconsigliato: risulta necessario affidarsi alle mani di un professionista. 

    Come capire se bisogna cambiare la guarnizione della testata

    La prima motivazione che porta alla sostituzione della guarnizione della testata si trova indubbiamente nelle temperature molto alte del motore. Se superano i 90 gradi centigradi, molto probabilmente si va incontro alla sua rottura. Se la colpa non è delle temperature elevate, può darsi che sia della presenza di acqua nei cilindri. Un’altra causa è la commistione tra liquidi (l’olio che si mescola con l’acqua), oppure la fuoriuscita di acqua dal radiatore.

    Tra le altre cause possono esserci: 

    • malfunzionamenti della ventola di raffreddamento
    • problemi al radiatore
    • perdite nell’impianto di refrigerazione
    • guasti ai fusibili.

    Accumulo di depositi carboniosi che diminuiscono l’effetto di raffreddamento.

    Cosa succede se non cambio la guarnizione della testata

    Se non si cambia la guarnizione della testata quando è necessario, si possono verificare gravi problemi al motore dell’auto che possono portare a costose riparazioni. La guarnizione della testata ha il compito critico di sigillare la camera di combustione, permettendo al motore di mantenere una compressione adeguata e di prevenire la fuoriuscita di olio e refrigerante nei cilindri. Una guarnizione danneggiata o usurata può causare perdite di queste sostanze vitali, compromettendo la lubrificazione e il raffreddamento del motore.

    Questo può portare a surriscaldamento del motore, perdita di efficienza, emissione di fumi bianchi dallo scarico, un miscuglio di olio e refrigerante che forma una sostanza simile a una maionese, e in casi gravi, al grippaggio del motore. L’ingresso di refrigerante nella camera di combustione può anche causare danni ai cilindri e alle candele, aggravando ulteriormente i problemi.

    Cambiare la guarnizione della testata al primo segno di problema è quindi essenziale per mantenere le prestazioni del motore, evitare danni più gravi e costosi e garantire la sicurezza della guida.

    Quanto costa sostituire la guarnizione della testata

    Il solo pezzo della guarnizione testata da sostituire, può variare dai trenta ai novanta euro circa.

    Questi prezzi si riferiscono, però, al fai da te. Se invece ci si rivolge ad un’officina, il costo aumenta della manodopera, ma non vi sono rischi. 

    Infatti, provvedere alla sostituzione della guarnizione testata in piena autonomia non dà alcuna certezza di riuscita. Si rischierebbero sia l’affidabilità sia la sicurezza del veicolo. Seguire tutorial su internet non è la soluzione. Conviene investire qualcosa, ma almeno essere in possesso di un’auto perfettamente funzionante. È un lavoro che va lasciato agli esperti meccanici.

    A tal proposito va comunque considerato che se la guarnizione non è bruciata, ma solo lievemente usurata, potrà sigillare le perdite con uno speciale mastice (con una spesa minima).

    Se invece la guarnizione è bruciata, quest’ultima dovrà essere sostituita dopo aver smontato la testata, e alla spesa per il ricambio (di solito intorno ai 100 €) bisognerà aggiungere quella per la manodopera che potrebbe arrivare anche a 500 €.

    Sottoporre la propria auto a regolari controlli, e intervenire repentinamente su eventuali problemi di surriscaldamento del motore, oltre a garantire una guida in sicurezza, può far risparmiare molti soldi agli automobilisti.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie