27.8 C
Napoli
lunedì, 17 Giugno 2024
  • Incentivi auto 2024: quali auto comprare?

    Incentivi auto 2024: quali auto comprare?

    Incentivi auto 2024, fondi ancora abbondanti

    Nel momento nel quale scriviamo, degli incentivi auto 2024 sono rimasti 172 € su 240 milioni (!) per i veicoli con emissioni fino a 20 g/km di CO2, circa 108 milioni (erano 150 milioni) per quelli della fascia successiva, fra 21 e 60 g/km, e ben 193 milioni su 283 per i veicoli che emettono fino a 135 g/km, che in teoria sarebbero stati i più richiesti.

    L’azzeramento quasi istantaneo degli incentivi per le elettriche ha destato comunque qualche perplessità. Ricordiamo che per ottenere gli incentivi auto 2024 per questa fascia emissiva – da 61 a 135 g/km – l’auto da acquistare deve costare al massimo 42.700 euro e la rottamazione è obbligatoria.

    In questo modo si possono avere 3.000 euro se viene consegnata una vettura Euro 0, Euro 1 o Euro 2, 2.000 euro per una Euro 3 e 1.500 per una Euro 4. Per i veicoli di questa fascia non è concesso di avere vantaggi ulteriori qualora l’ISEE sia inferiore a 30mila euro.

    I veicoli della fascia emissiva 21 – 60 grammi, in pratica le ibride Plug-in, godono di agevolazioni maggiori, a partire dal prezzo massimo ammissibile che arriva 54.900 IVA inclusa. Il contributo ammonterà a 4.000 € a cui se ne aggiungono 4.000 se si rottama un’auto da Euro 0 a Euro 2; 2.000 € se si rottama una vettura Euro 3 e 1.500 € per un’auto Euro 4. Le scelte possibili, complice il prezzo massimo piuttosto sostenuto, sono molte, come le BMW 2 Active Tourer o la X1. Papabili sono anche le Citroёn C5 Aircross, la C4 X e la C5 X oltre alla Ford Kuga.

    Da considerare anche le Jeep renegade e Compass 4xe, le Kia Niro e Sportage e le Mazda CX60 e MX-30. In casa Mercedes ci si potrà orientare su diverse versioni della Classe A, sulle Opel Astra e Grandland e su varie Peugeot: 308, 408 e 508. Toyota Prius e C-HR sono scelte appetibili così come le Volkswagen Passat Station e Tiguan ,

     Motorizzazioni di ogni tipo con gli incentivi auto 2024

    Le automobili della fascia emissiva 61 – 135 g/km, che godono quindi degli incentivi auto 2024 sono moltissime perché in questa categoria rientrano auto convenzionali, ibride e a gas. Fra le city car micro ibride è senza dubbio da considerare la coppia vincente delle classifiche italiane, ossia la Panda e la Ypsilon Hybrid ma in realtà tutte le Fiat, anche quelle a gasolio, rientrano nei limiti. Anche molte Jeep rientrano nei limiti delle emissioni e del prezzo: Avenger, Compass e Renegade fruiscono degli incentivi auto 2024.

    Cambiando decisamente tipologia si può pensare alle versioni mild-hybrid dell’Audi A3 con il TFSI sa 1,5 litri. Più compatta e meno potente ma con un’estetica coinvolgente è la Ford Puma EcoBoost Hybrid da 125 cavalli, il cui listino scende a circa 24mila euro rottamando una vettura fino a Euro 2.

    Della stessa classe è la Honda Jazz, una piccola monovolume che parte da 29mila euro ai quali sottrarre gli incentivi, e la MG3 Hybrid che un prezzo d’attacco molto aggressivo: 19.990 euro (con pochi accessori) ai quali sottrarre gli incentivi auto 2024. Fra i SUV alla moda citiamo la Toyota Yaris Cross, con la famosa motorizzazione Hybrid E-CVT, e la Renault Captur E-Tech da 145 CV ma è da notare che anche la “normale” TCe 90 CV rientra in questa fascia di emissioni.

    Da considerare anche la spartana ma con ottime doti fuoristradistiche Dacia Duster, la cui meccanica ibrida è derivata da quella Renault, e le Suzuki Vitara mild hybrid e full hybrid: la più costosa parte da 31.900 euro mentre l’altra è quotata 25.900 euro.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie