Dai partner

Hyundai Kona Electric e Nexo testate in condizioni estreme in Lapponia

Le nuove vetture di Hyundai, la Kona Electric e la Nexo, sono state sottoposte a una serie di test in condizioni estreme condotti presso presso lo Hyundai Mobis Proving Ground in Svezia, ad un ora di distanza dal Circolo Polare Artico. I nuovi modelli elettrificati della Casa sudcoreana hanno affrontato una serie di prove per garantire il loro corretto funzionamento anche quando le temperature scendono fino a -35 °C.

Test questi che diventano ancora più importanti quando si parla di veicoli elettrificati, dato che il freddo così rigido influisce negativamente su varie funzioni come la capacità di avviamento, il controllo termico del powertrain elettrico, il riscaldamento, la ventilazione e l’autonomia di guida. Per tale motivo, il crossover elettrico Kona e il SUV a idrogeno Nexo, sono stati duramente testati nella Lapponia Svedese.

Finora i veicoli Hyundai a idrogeno hanno affrontato no senza difficoltà il problema dell’avviamento del motore a temperature comprese tra -10° e -20° C, un limite che la nuova Nexo supera grazie all’introduzione di una nuova tecnologia che riscalda la pila di celle a combustibile se la temperatura scende sotto la zero. Grazie a questa gestione termica intelligente, l’auto è in grado di avviarsi anche quanto le temperature raggiungono i -30° C. Per risolvere invece la questione della formazioni di ghiaccio all’interno delle pila di celle a combustibile dopo lo spegnimento del veicolo, la Nexo rimuove l’acqua residua prima che questa possa gelare.

Per quanto riguarda invece la Kona Electric, il test invernale ha avuto l’obiettivo di aumentare l’efficienza di utilizzo dell’energia. La nuova vettura elettrica di Hyundai sfrutta una nuova pompa di calore che utilizza il calore dissipato riciclandolo per aumentare l’efficienza dei sistemi di riscaldamento e ventilazione, preservando al minimo il consumo di elettricità della batteria. Altra novità della Kona elettrica è il funzionamento del climatizzatore (HVAC) in grado di controllare i flussi d’aria in entrata e in uscita per garantire un’efficienza ancora maggiore. In più la Kona Electric offre la possibilità di programmare il riscaldamento o il raffreddamento dell’abitacolo anche quando la vettura è ancora allacciata alla rete di ricarica, in modo da preservare l’energia stoccata nelle batterie.

Commenta