Automotive

Autopromotec 2013: più di 1500 aziende e 102mila visitatori

1512 espositori (di cui il 39% esteri) provenienti da 52 Paesi su un’area espositiva totale di 156.000 metri quadri. Sono i numeri di Autopromotec 2013: la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico da poco conclusasi a Bologna. Buono anche il trend di visitatori: 102.536, 83.594 dei quali italiani e 18.942 esteri. Analizzando i numeri rispetto alla scorsa edizione del 2011, si è registrata una leggera contrazione degli italiani (-1,8% circa), soprattutto in quei settori che più stanno soffrendo la crisi quali gli autolavaggi, i concessionari e le carrozzerie. Mentre la gomma così come tutto ciò che ruota attorno alle attività di revisione si confermano ancora vivaci nell’affluenza. Incremento significativo (+ 2,2%), rispetto all’edizione già record del 2011, anche della presenza di visitatori esteri che hanno dimostrato un alto profilo ed elevati livelli di specializzazione, a conferma della qualità offerta dagli espositori e dalle attività convegnistiche organizzate. Da registrarsi inoltre un importante aumento degli incontri b2b. Segno di quanto la fiera rappresenti un punto di incontro imprescindibile delle attività commerciali di espositori e visitatori. “Con i risultati ottenuti da Autopromotec 2013 – dichiara il presidente di BolognaFiere, Duccio Campagnoli - si conferma anche per il futuro il partenariato di BolognaFiere e Autopromotec come supporto decisivo al made in Italy e al mercato italiano dell’automobile. Si conferma in particolare il ruolo sempre più consolidato di BolognaFiere come piattaforma interazionale e hub d’incontro tra gli operatori di Asia, Europa e America, come evidenziato anche dalla crescita degli operatori esteri presenti ad Autopromotec 2013”. Il prossimo appuntamento di Autopromotec è previsto, sempre presso il quartiere fieristico di Bologna dal 20 al 25 maggio 2015.

Commenta