Sicurezza e salute

Omicidi stradali del 15% in meno rispetto al 2016

Un tweet del 18 Marzo della Polizia di Stato ci fa sapere che, ad un anno dall’entrata in vigore della legge sugli omicidi stradali, la mortalità è calata del 15 per cento nel 2017, dati rilevati dalla polizia stradale e dall'Arma dei Carabinieri. Il numero di incidenti del sabato sera diminuisce ancora di più, siamo al 20 per cento in meno e le condanne vanno tutte oltre i 10 anni. Ma facciamo un salto indietro nel tempo, ai dati rilevati tra il 2014 e il 2015, a quando il numero di incidenti e mortalità in strada aumentò drasticamente, insieme ad allarmismo, preoccupazione e pressione da parte dell’opinione pubblica. Questo ha portato ad un percorso normativo, non privo di ostacoli, che dopo cinque passaggi in parlamento e una doppia fiducia ha fatto nascere la legge sugli omicidi stradali (legge 24 Marzo 2016 n. 41). Ad oggi le omissioni di soccorso legate ad incidenti gravi sono diminuite, specialmente perché la legge prevede l’innalzamento della pena da un terzo a due terzi in più per chi scappa.

“Il bilancio del primo anno della legge che ha introdotto il reato di Omicidio stradale nel nostro ordinamento è molto positivo. Se il trend del primo anno verrà confermato anche negli anni successivi, nel 2020 sarà possibile dimezzare le vittime di incidenti stradali rispetto a quelle del 2010.” queste le previsioni (riportate da 'L'Unità') della vicepresidente dei deputati del PD, Alessia Morani, che aggiunge: “L’inasprimento delle pene per chi provoca incidenti ha avuto un indubbio effetto di deterrenza. Siamo soddisfatti del bilancio di questi primi 12 mesi di una legge che il Pd ha fortemente voluto; quando la politica si interessa dei problemi reali delle persone”

Non ci si ferma qui, il percorso continua. Emiliano Minnucci, deputato del Pd e componente della commissione Trasporti (come riportato sempre da 'L'Unità') annuncia il prossimo passo: “Mentre confermiamo la nostra vicinanza ai familiari delle vittime, rinnoviamo l’impegno che abbiamo preso con le associazioni: presto in commissione Trasporti approveremo in sede legislativa la proposta di legge, di cui sono primo firmatario, che istituisce la giornata della memoria delle vittime della strada nella terza domenica di novembre. Speriamo che anche l’Italia, come tanti altri Paesi, possa celebrare presto questa giornata che e’ stata riconosciuta dall’Onu e dall’Ue. Il Pd mantiene gli impegni presi con i familiari delle vittime e con le associazioni per la prevenzione e il ricordo delle vittime”.

Di seguito una tabella, pubblicata dalla Polizia Stradale e dall’Arma dei Carabinieri, che mette a confronto il numero e la tipologia di incidenti stradali avvenuti nel 2016 e nel 2017. 

 

Costanza Tagliamonte

Commenta