Sicurezza e salute

La crescente diffusione degli ADAS in Europa

Remote Parking, Lane Keeping, sistema di rilevazione stanchezza conducente: sono solo alcune delle molte funzioni alle quali non vuole più rinunciare chi acquista una nuova auto. Le percentuali di installazione di sistemi di assistenza alla guida (ADAS) sono in costante aumento. L’Unione Europea sta preparando una legge che renda obbligatoria l'installazione dei sistemi di frenata di emergenza. Questo significa che dal 2022 tutti i nuovi modelli di veicolo dovranno avere a bordo questi sistemi. La valutazione delle statistiche relative alle auto nuove immatricolate nel 2017 ha inoltre evidenziato che oltre ai sistemi di park assist e di frenata assistita, altri due sistemi stanno avendo successo: le funzioni di rilevamento stanchezza del conducente e di mantenimento del veicolo in corsia. Quasi metà di tutte le nuove auto sono in grado di rilevare il colpo di sonno del conducente e più di una su tre è dotata di almeno un sistema Lane Keeping. L'Adaptive Cruise Control è presente in quasi un quarto delle auto mentre il 9 per cento delle nuove auto immatricolate in Germania è già dotato di un sistema Traffic jam assist parzialmente automatizzato, che aiuta l'automobilista nel traffico congestionato istruendo l'auto a seguire automaticamente il veicolo che la precede. Il sistema assume inoltre il comando di avvio e accelerazione, e frena e sterza all'interno della corsia. I sistemi di assistenza alla guida diventano sempre più popolari in Europa. Ma non è solo in Germania che gli acquirenti si affidano sempre più agli assistenti elettronici per una guida più sicura e agevole, i sistemi di park assist e frenata di emergenza assistita si stanno diffondendo in modo crescente anche in altri Paesi europei. Il park assist, per esempio, è molto popolare in Francia, dove  è presente sull'85 per cento delle auto, la percentuale più alta per i sistemi di questo tipo. In fondo alla lista figura l'Italia, con il 44 per cento. Per quanto riguarda i sistemi di frenata di emergenza assistita, il Belgio e la Germania sono al 54 per cento mentre l'Olanda è al 45 per cento. Per contro, in Italia la percentuale è del 30 per cento e in Russia solo del 6 per cento. 

Commenta