Sicurezza e salute

Arriva Elvia 98, il dispositivo che può salvare la vita ai pedoni

Quella degli incidenti stradali mortali è una piaga sempre presente e che non accenna a ridurre la sua portata. Anzi, gli ultimi dati Istat (del 2015) mostrano come la situazione sia in continuo peggioramento. Infatti, nonostante una riduzione complessiva degli incidenti, il numero delle vittime è cresciuto a 3.428 ponendo l’Italia in terza posizione a livello europeo in una triste classifica che tiene conto degli incidenti mortali. E la categoria a maggiore rischio si conferma quella dei pedoni, per proteggere i quali sono state proposte nell’ultimo periodo diverse soluzioni. Una delle più interessanti è Elvia 98.

Brevettato dall’imprenditore veronese Angelino Marangoni, Elvia 98 è un dispositivo luminoso applicabile a qualsiasi tipo di veicolo. Il brevetto è composto anche da un porta targa anteriore, uno posteriore ed un box di governo. L’utilità sta nel fatto che i dispositivi, inseriti nell’apposito spazio in prossimità della targa anteriore e di quella posteriore, si illuminano in base agli ostacoli “percepiti”. Così, quando il veicolo frena in prossimità di un pedone, le barre si illuminano. Nella parte anteriore compare la scritta “Pedoni vi aiuto”, in quella posteriore “Ostacolo pedoni”. Lo scopo sta nell’allertare sia il pedone sia gli automobilisti che seguono la macchina, avvisando quando si sta frenando.

L’intero meccanismo viene controllato dal box di governo che gestisce il processo e grazie al quale si possono sostituire, tramite USB, le parole di avviso che si vogliono utilizzare. Elvia 98 ha già fatto il suo debutto sulle strade italiane, è stato infatti adottato da 2 comuni dell’hinterland veronese: Vignasio e San Martino Buon Albergo.

Marco Ferazzoli

Commenta