Ricambi auto

Mistral: il gentleman della filtrazione

A volte “piccolo” è “grande”: “piccolo” come le particelle, “grande” come il pericolo. Le particelle presenti nell’aria, infatti, non sono tutte nocive allo stesso modo: sono proprio le più sottili a costituire la minaccia più temibile. Mistral ha fatto della qualità e dell’attenzione alla salute dei suoi clienti i suoi baluardi. La Serie 550 Premium nasce infatti con l’obiettivo di rappresentare una performante barriera contro le particelle inferiori al micron: le più letali, appunto. Introdotto in anteprima ad Autopromotec 2019, e frutto di una minuziosa attività di ricerca e sviluppo, il nuovo filtro ha catturato l’attenzione della nostra redazione, Così, abbiamo deciso di presentarlo ai nostri lettori, insieme ad Andrea Campi (nella foto), titolare di Mistral.

ZOOM SUL PRODOTTO: il filtro aria abitacolo

Immaginate un’aspirapolvere, in una stanza particolarmente trascurata e sporca. Se ci fosse un bocchettone che rilascia quanto aspirato, ne stareste alla larga. Giustamente. Ecco, per certi versi, ogni automobile è un’aspirapolvere: preleva l’aria inquinata dall’esterno e, dopo averla riscaldata o climatizzata, la immette nel veicolo. Incredibilmente, ci preoccupiamo molto poco di come venga depurata. Il filtro abitacolo è infatti uno strumento sottovalutato, nonostante sia l’unica barriera a protezione di ciò che respiriamo nell’autovettura: “Le performance – spiega Campi – dipendono da due fattori: la tenuta nell’alloggiamento del filtro, ed i materiali dei media filtranti. Questi ultimi, più di tutto, definiscono il valore qualitativo del prodotto, la capacità di isolare efficacemente. I nostri filtri  sono tutti realizzati con materiali certificati in Classe Alta Efficienza secondo la normativa UNI EN779 per la filtrazione civile, particolarmente rigorosa e restrittiva”.

LA SERIE 550 PREMIUM: l’eccellenza ha un nuovo standard

La Serie 550 Premium Per raggiungere l’ambizioso obiettivo di ‘bloccare’ le particelle più piccole, Mistral ha lavorato a tutti i livelli, a partire dalla conformazione del prodotto: “I nostri precedenti filtri – ricorda Campi – avevano tre strati di materiale filtrante: una buonissima soluzione. Con la Serie 550 Premium, ne abbiamo aggiunto un quarto, composto da microfibre e da nanofibre. Il salto in avanti è notevole: tale variante, infatti, offre un’efficienza elevata specificatamente sulle particelle di 0.3 micron, con una riduzione superiore al 50 per cento. Abbiamo inoltre selezionato con cura il carbone attivo: come di consueto, è un materiale derivato dalle noci di cocco, ma l’ingrediente scelto per la Serie 550 Premium si distingue per un’elevatissima superficie, capace di fermare non solo gli odori, ma anche molti gassosi inquinanti.

 

L’INTERVISTA AD ANDREA CAMPI

 

Mistral può vantare una lunga esperienza nei filtri aria abitacolo: come ha visto mutare questo settore?

filtro aria abitacolo“Essere attivi da ben 27 anni è certamente motivo di orgoglio: se resisti così a lungo, puoi affermare di conoscere il settore, di realizzare prodotti unici e vincenti. Al tempo stesso, tale traguardo è, per noi, solo un punto di partenza: senza identità non si sopravvive, ma nemmeno senza evoluzione. Così, lavoriamo costantemente al miglioramento dei nostri prodotti, rigorosamente ‘made in Italy’. Alcune tecnologie, come Soft Seal e Flexy Seal, sono originali, ideate con ingegno e approccio curioso. Negli anni, il settore si è orientato sempre più intorno alla variabile-prezzo. Comprendo la logica, ma poiché dai filtri passa l’aria che respiriamo, non cercherei proprio qui il risparmio a tutti i costi… Tuttavia, girando l’Italia, noto come ultimamente ci sia un confortante ritorno di attenzione verso la qualità. È confortante, perché per noi non è solo una parola: è tangibile, un tratto distintivo e vincente”.

Parlava di ‘prezzo’, e di ‘qualità’: come avete risolto l’eterno dilemma tra queste due variabili?

filtri mistralNon è stato semplice. C’è forse uno squilibrio tra il prezzo competitivo e la qualità comprovata, ma non importa: sentiamo una responsabilità verso clienti ed utilizzatori finali.  Mi spiego. Recentemente abbiamo riflettuto a lungo su come ‘gestire’ il nuovo materiale filtrante della Serie 550 Premium. L’istinto iniziale era quello di creare, in aggiunta alle linee che già realizziamo, una ‘top di gamma’ che utilizzasse questi processi in esclusiva. Tuttavia, tale impostazione è stata presto accantonata. Questa nuova, straordinaria qualità, deve connotare tutti i nostri filtri. Quando si crede nella bontà di una soluzione, certe performance devono diventare uno standard. È dunque una questione ‘morale’: poiché i filtri trattano l’aria che si respira all’interno dell’abitacolo, l’eccellenza deve essere diffusa il più possibile. Nel nostro piccolo, ci prendiamo cura della salute dei nostri clienti, e ci piacerebbe essere scelti dai ricambisti anche per questo. Romantico? Forse, ma vedo Mistral come una persona perbene, competente, che non promette ciò che non può mantenere: il gentleman della filtrazione.

 

 

Il servizio è un plus su cui tante aziende spingono. Nel vostro caso, come si traduce concretamente tale concetto?

filtro aria abitacoloInnanzitutto come attenzione al cliente. Gli siamo vicini, forniamo pratici tutorial, consulenza, e supporto tecnico: giriamo spesso l’Italia andando a trovare i nostri partner. Cerchiamo di crescere insieme, dando a ricambisti e meccanici tutti gli strumenti per conoscere i nostri prodotti e utilizzarli al meglio. Li facciamo sentire parte della nostra squadra con promozioni esclusive. Un altro punto di forza è la gestione degli ordini tramite l’Ecommerce: siamo estremamente rapidi ad evaderli, flessibili, ed in grado di gestire anche piccoli quantitativi.  Da ultimo, la facilità di utilizzo dei prodotti. Abbiamo pensato ai meccanici: non devono impazzire a montarli. I nostri filtri sono quindi flessibili, ma anche stabili nell’alloggiamento: devono garantire tenuta, altrimenti l’aria passa e siamo punto e a capo… Dalle guarnizioni alle finiture, tutto è stato progettato per offrire prestazioni durature.

 

Commenta