Ricambi auto

Manutenzione ed elettrificazione: quale sarà l’impatto?

Le previsioni di AlixPartners: il 35% della manutenzione programmata per i veicoli odierni scomparirà nel medio e lungo termineManutenzione ed elettrificazione: quale sarà l’impatto?

La rivoluzione elettrica potrebbe produrre un potenziale calo del 20 per cento dei ricavi per concessionarie e officine di autoriparazione. Questo uno dei trend emersi dal Global Automotive Outlook presentato dalla società globale di consulenza aziendale AlixPartners, dal titolo “Nuova mobilità, vecchie sfide”. Lo studio sottolinea anche come l’industria automobilistica si appresti ad attraversare un “Un deserto del profitto” a causa degli investimenti per il passaggio all’elettrico e all’autonomo, degli obiettivi di riduzione della CO2 e del rallentamento dei mercati chiave a livello globale. È questo il quadro illustrato da Dario Duse, Managing Director, nel corso della tradizionale tavola rotonda con la filiera della mobilità organizzata alla vigilia di #FORUMAutoMotive, il movimento di opinione sui temi legati alla mobilità a motore promosso dal giornalista Pierluigi Bonora.

L’impatto dell’auto elettrica su concessionari e officine: ricavi -20%

La rivoluzione dell’auto elettrica avrà, come detto, un forte impatto sui concessionari e sulle officine di riparazione a livello globale che dovranno affrontare un calo fino al 20 per cento dei ricavi e una riduzione del 20 per cento del margine lordo, considerato che il 35 per cento della manutenzione programmata per i veicoli odierni (con motori diesel o a benzina) scomparirà nel medio e lungo termine con la progressiva elettrificazione del parco circolante. Al fine di mantenere la redditività, sottolinea lo studio, i concessionari dovranno esaminare criticamente la loro struttura dei costi attuali e cercare nuove fonti di reddito.

Commenta