Ricambi auto

Imprese: sprint dei giovani in aftermarket

Il mondo degli autoricambi piace ai nostri ragazzi che scommettono sempre più su di esso. Il dato emerge dall’ultima analisi di Unioncamere-Infocamere sulla natimortalità delle imprese giovanili nel primo semestre di quest’anno. Esaminando lo studio, a fortissima vocazione giovanile c’è anche il settore del ‘commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli’: il 38,3 per cento delle imprese (di quelle aperte tra gennaio e giugno scorso) è guidata da manager under 35. Un peso importante e che si fa sentire nel complesso delle imprese giovanili che sempre più trainano la crescita del tessuto aziendale italiano: l’incidenza del post vendita indipendente infatti è del 9 per cento sul totale delle aziende registrate al 30 giugno 2017: quasi quanto alle new entry giovanili che investono in pubblicità e ricerche di mercato (9,7%).  Il forte imprinting giovanile, che connota oggi l’IAM nazionale, non è un caso. Tra i fattori di sprint c’è anche la positiva fase di successione aziendale: l’indipendente ha vissuto, infatti, in maniera felice la delicata fase del passaggio generazionale.

S.B.

Commenta