Ricambi auto

Fanali led: nuova linea produttiva by Magneti Marelli

Una nuova tecnologia led che apre nuovi ed interessanti scenari in termini di sicurezza, design e riduzione dei consumi ed emissioni. E’ quella appena avviata da  Automotive Lighting, business unit di Magneti Marelli dedicata allo sviluppo di soluzioni di illuminazione automotive tecnologicamente avanzate. In Messico, presso lo stabilimento di Juárez, si è infatti dato il via ad una nuova linea produttiva di moduli led, in aggiunta alle altre già operative. Il tutto con l’obiettivo di  soddisfare i bisogni dei clienti relativi ad applicazioni lighting ad alto tasso tecnologico, in un mercato, come quello dell’area Nafta, in cui si prevede che la penetrazione di prodotti a tecnologia led per l’illuminazione anteriore cresca, passando da una quota di circa il 20 per cento nel 2016 ad una del 50 per cento circa nel 2020.

 

 

Guida diurna: l’importanza delle luci led

Questa tecnologia permette un consumo energetico di 14 W (con 0,36 g di CO2/km) per veicolo, mentre quello dei fari anabbaglianti tradizionali corrisponde a circa 300 W (con 7,86g di CO2/km) e ciò equivale a un consumo energetico 20 volte superiore, se raffrontato alle luci per guida diurna a led.

 

Il vantaggio

Quello più evidente che offrono i fanali led bianchi risiede nel colore della luce. Quando si raggiunge all’incirca 6.000° Kelvin, l’intensità  della luce ha una qualità quasi uguale a quella della luce di giorno. In questo modo l’occhio umano è in grado di percepire il colore naturale della strada e del bordo, distinguendo i contrasti con maggiore semplicità anche durante la notte.

 

 

 

CARTA D’IDENTITA'

Automotive Lighting: divisione di Magneti Marelli dedicata allo sviluppo di soluzioni di illuminazione automotive tecnologicamente avanzate

Cifre e numeri: con una produzione annuale di circa 21 milioni di proiettori e 28 milioni di fanali, rappresenta una delle aree di maggiore impatto commerciale per Magneti Marelli nonché uno dei principali attori a livello globale nel campo dell’illuminazione

 

Commenta