Ricambi auto

Electric Power Steering: non possiamo più farne a meno?

Ormai la riparazione o la sostituzione dei componenti atti alla sovrassistenza elettrica sulle auto moderne risultano essere delle operazioni non più saltuarie. Infatti la maggior parte delle vetture dei segmenti medio-bassi dispone dell'EPS integrale o combinata elettro-idraulica in luogo di quella idraulica. Vediamo quali sono i pro e contro.

Pro

Grazie ad un sistema anche del tutto indipendente dai cinematismi del motore, si riescono ad ottenere consumi di carburante inferiori, alleggerimento dei componenti e feeling dello sterzo più gradevole in particolare in ambito cittadino.

Contro

Sensori di coppia, motorino, centralina e interruttori vari sono solo alcuni dei costosi componenti di un sistema senza dubbio affascinante ma poco amato dalla clientela per la sua affidabilità talvolta poco convincente. Aggiungiamo che su diversi modelli, non é possibile sostituire i singoli pezzi, costringendo l'installatore ad acquistare il piantone e causando un sensibile aumento dei costi di manutenzione.

Alcuni esempi?

Le francesi Citroen C2 e C3 I montavano un particolare sistema di sovrassistenza, in cui il motorino era solidale con la scatola. Oppure la prima serie della Fiat Punto 188, il cui sensore di angolo sterzata risultava praticamente introvabile. Davanti a queste situazioni infelici, l'utente finale potrebbe trascurare la manutenzione del comparto sterzo o pressare l'installatore per fargli eseguire un intervento solo parziale. E come per il tanto bistrattato Start&Stop, molti si chiedono: “Ma questa tecnologia è proprio indispensabile soprattutto sulle vetture più plebee? Non era meglio la classica idroguida?”

 

Giuseppe Nanula

 

Commenta