9.5 C
Napoli
lunedì, 26 Febbraio 2024
  • Come si previene il rischio incendi nelle autofficine

    La sicurezza sul lavoro è un aspetto prioritario e trasversale che riguarda anche chi opera nel mondo dell’aftermarket automotive. Nelle autofficine, ad esempio, possono essere numerosi e diversi i fattori collegati al rischio infortuni connessi alle strutture, attrezzatture, macchine, impianti e prodotti utilizzati. E da oggi su questo universo calerermo, con cadenza settimanale, la nostra attenzione. Lo faremo tramite una preziosa e utile guida pubblicata dall’azienda ULSS n. 6 “Vicenza”. Una check list funzionale a identificare i più consoni comportamenti per avere un ambiente esente da rischi sia per chi ci opera sia per chi porta la propria auto a riparare. Oggi, nel primo appuntamento, si fa un esame sul rischio esplosione-incendio e sulle rispettive misure di prevenzione.  “Per contrastare – si legge nel vademecum – il rischio di incendio-esplosione è necessario ridurre al minimo possibile le giacenze di prodotti infiammabili ed esplosivi, conservarli in luoghi separati, opportunamente aerati dall’esterno, vietare di usare fiamme libere o apparecchi elettrici non adeguati in zone con pericolo di incendio-esplosione“. Ed ancora: “adeguare – continua la guida– l’impianto elettrico alla classificazione dei luoghi dove è installato effettuata secondo le norme CEI, attivare la pratica di prevenzione incendi presso il comando Provinciale dei Vigili del Fuoco nel caso in cui l’autofficina abbia superficie coperta lorda superiore a 300 mq, valutare il rischio di incendio e, se sono presenti più di 10 addetti, redigere il piano di emergenza antincendio ai sensi del D.M. 10.03.98,  informare e formare i lavoratori riguardo ai pericoli e alla gestione delle emergenze.

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie