21.1 C
Napoli
martedì, 25 Giugno 2024
  • Che trionfo l’aftermarket di Zeta-Erre

    Qualità della progettazione. E’ l’impegno meticoloso su cui si misura ogni giorno, da quando è nata, Zeta-Erre. L’impresa campana, con sede a Giugliano, specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di articoli relativi alla trasmissione meccanica, ha sempre puntato, da 20 anni a questa parte, su soluzioni post-vendita equiparabili allo standard originale e contraddistinte dalla massima qualità e da una continua customer care per la sua clientela. Un aftermarket che permette così all’utenza finale di fruire di un prodotto affidabile, longevo e sicuro. Un traguardo frutto di diverse fasi che vengono eseguite dall’equipe tecnica dell’azienda partenopea su campionature e prototipi. Il tutto mediante un dialogo virtuoso con il reparto di produzione che consente di realizzare prodotti perfettamente in linea con le misure e tolleranze attese. Non a caso, Zeta-Erre  investe continuamente nell’innovazione del know-how tecnico e del tooling. ll tutto grazie ad una valida equipe di professionisti, guidata dall’ingegnere Riccardo Smith, responsabile del  reparto di progettazione. Un fronte che permette all’impresa di essere sempre all’avanguardia e di soddisfare un eccellente service di post-vendita. “La qualità della progettazione viene, infatti, ottenuta anche  grazie all’utilizzo di strumenti di precisione per la prototipazione virtuale, la modellazione geometrica dei componenti e l’analisi strutturale attraverso il metodo degli elementi finiti, software di progettazione e sofisticate apparecchiature di rilevazione  su cui l’azienda ha investito ed investe tuttora” “Punto di forza dell’azienda – afferma Antonio Biondi, International Trade Manager –  è l’internalizzazione dei processi. La qualità del prodotto finito è dunque il risultato delle svariate fasi e operazioni che i tecnici dell’azienda eseguono su campionature e prototipi, interfacciandosi con il reparto di produzione per ottenere prodotti fedeli alle tolleranze attese“.

    Articolo precedente
    Articolo successivo

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie