Ricambi auto

Autoriparazione in Italia: che numeri!

Più di 70mila imprese, oltre 200mila addetti con un fatturato che rasenta i 15milioni di euro. Sono i numeri che caratterizzano il comparto della manutenzione e riparazione di autoveicoli in Italia. La fotografia è scattata dall’Ufficio Studi di Confartigianato (domani presente con Enrico Quintavalle, responsabile dell’Ufficio Studi dell’Associazione di categoria, al summit di Aftermarket Lab a Salerno in cui presenterà gli ultimi dati caratterizzanti il ramo produttivo su scala nazionale). Nel report, elaborato a luglio 2014, vengono fatti diversi focus che analizzano le dinamiche del settore.

 

Alcuni dati strutturali sull’autoriparazione

Il settore conta 75.638 imprese, pari al 63,5 per cento del settore del commercio e riparazione di autoveicoli (divisione Ateco 2007 Commercio all'ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli). Il comparto dell’autoriparazione registra un fatturato di 14.498 milioni di euro, un valore aggiunto di 5.011 milioni di euro, occupa 204.755 addetti, il 52,4 per cento dell’intera divisione, con una dimensione media di 2,7 addetti per impresa. Nel comparto della autoriparazione operano 101.407 dipendenti pari al 49,5 per cento degli addetti.

 

Imprese

Esaminando nel dettaglio il comparto dell’autoriparazione, si osserva che la quota maggiore di imprese è rappresentata dal settore delle riparazioni meccaniche di autoveicoli (49,7%), seguito da riparazione di carrozzerie di autoveicoli (28,2%) e riparazione di impianti elettrici e di alimentazione per autoveicoli.

 

Forza lavoro

Gli addetti, secondo lo studio di Confartigianato, si concentrano in particolare nella riparazione meccaniche di autoveicoli (48,2% del totale autoriparazione), seguita dalla riparazione di carrozzerie di autoveicoli (33,5%) e dalla riparazione di impianti elettrici e di alimentazione per autoveicoli (10,2%).

 

Dimensione aziendale

La dimensione media del comparto dell’autoriparazione è di 2,7 addetti per impresa. La imprese mediamente più strutturate sono quelle della riparazione di carrozzerie di autoveicoli con 3,2 addetti per impresa, seguite da riparazioni meccaniche di autoveicoli e riparazione e sostituzione di pneumatici per autoveicoli con 2,6 addetti per impresa, da riparazioni di impianti elettrici e di alimentazione con 2,3 addetti per impresa e autolavaggio e altre attività di manutenzione con 2,0.  Il comparto dell’autoriparazione presenta una elevata concentrazione in imprese di piccola dimensione; il 99,6 per cento delle imprese occupa meno di 20 addetti e il 94,9 per cento degli occupati sono impiegati in imprese con meno di 20 addetti. Una quota ancora più elevata si osserva nella riparazione di impianti elettrici e di alimentazione per autoveicoli dove nella classe sotto i 20 addetti si concentra il 99,8 per cento delle imprese e il 97,8 per cento degli addetti. Seguono le riparazioni meccaniche di autoveicoli e la riparazione di carrozzerie di autoveicoli, entrambe con il 99,6 per cento di imprese al di sotto i 20 addetti e rispettivamente con il 94,6 e 94,9 per cento degli addetti concentrata nelle imprese sotto i 20 addetti.

 

 

 

 

 

Commenta