Ricambi auto

A difesa delle auto storiche

Le auto storiche vanno salvaguardate.

Anche perché sono, oggi più che mai, un verso business per i player del post vendita automotive: ricambisti e meccanici.  Per questo: “E’ necessario predisporre una ‘lista di salvaguardia’ per avere sotto controllo il parco circolante delle vetture ultra-ventennali, in quanto oggi è importante tutelare i veicoli di reale interesse storico e rottamare quelli, semplicemente, vecchi, non sicuri e altamente inquinanti” afferma Angelo Sticchi Damiani, presidente dell'Automobile Club d’Italia. “Non è più pensabile, poi, che sia un Ente privato a rilasciare il CRS, Certificato di Rilevanza Storica, senza alcuna regola o controllo da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti” - aggiuge il presidente dell’ACI.  E’ quanto emerso a Padova nel corso del dibattito sul tema: “La fiscalità e le auto storiche” nello stand ACI Storico dove si sono confrontate le più importanti personalità nel mondo delle auto storiche.

Commenta