22.6 C
Napoli
martedì, 18 Giugno 2024
  • MAGGIO 2007: Nuova Fiat 500

    Ancora deve arrivare e già la vogliono tutti. E per un’automobile non è poco. Anche se si chiama Fiat 500 e fa tornare tutti indietro nel tempo. Quando quell’utilitaria era il meglio che si potesse avere, l’immagine dell’Italia a quattro ruote, icona e simbolo di periodi difficili ma in fondo belli da ricordare. Ma non è solo per questo se la nuova 500 fa già brillare gli occhi al solo vederla in foto. C’è infatti qualcosa di straordinario nella piccola Fiat che sarà presentata il prossimo 4 luglio a Torino, stesso giorno e stesso mese ma cinquant’anni dopo l’indimenticabile antenata. Vediamo di capire di cosa si tratta.

    Intanto la linea. Tondeggiante come quella della vecchia 500. Dolcemente rassicurante come tutto il passato da ricordare con affetto. Quel profilo unico, il frontale semplice con i fari tondi che è bastato replicare con l’esperienza e la tecnologia di oggi per colpire al cuore i nostalgici ma anche chi quella macchinetta non l’ha mai guidata. E se questo non vi basta, provate a buttare un occhio all’interno: cruscotto bicolore che fa tanto retrò (rosso e bianco il più bello), volantone bianco e strumentazione centrale.


    Insomma semplice ed essenziale come il primo modello ma con tutta la modernità e il marketing di una “piccola” degli anni 2000. A cominciare dalle misure. A prima vista non sembra ma è più lunga di quasi 60 centimetri (355 contro 297). Il motivo? Gli airbag, le scocche rinforzate e tanti altri dettagli che oggi (per fortuna) obbligano i costruttori a “ingigantire” i modelli. Poi ci sono i motori più potenti (1200 e 1400 benzina e il 1300 multijet a gasolio). E c’è un mare di accessori che permetteranno di personalizzare il modello dentro e fuori come già avviene per una delle auto di maggiore successo nel mondo come la nuova Mini (si va dalle pellicole da applicare sul tetto alla lavagnetta adesiva sulla plancia per prendere appunti).


    A questo punto non resta che aspettare il 4 luglio e ricordare le parole di Marchionne che è uno che non esagera mai: «Per questa nuova 500 c’è un incredibile interesse che potrebbe registrare il tutto esaurito nel 2007 e 2008». Parole che fanno pensare che sarà proprio lei la prossima “auto dell’anno”.


    Articolo di Valerio Berruti pubblicato sulla Repubblica in data 01/05/07

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie