Mondo

L’uomo che vive di aria e di energia

Sfidare la fisica per raggiungere un sogno sarà mai possibile? Ma soprattutto quanto c’è di vero? Giunge dallo Sri Lanka la notizia dell’uomo che vive senza alimentarsi. Kirby de Lanerolle è un brethariano e sostiene di ricevere nutrimento dalla luce, dal vento e dalle vibrazioni di Dio. Dice di riuscire a sopravvivere mangiando solo circa dieci volte l’anno. Non è un santone, né un asceta, lui lavora per il ministero dei Servizi Sociali in Sri Lanka, ha una vita professionale gratificante e sembra che proprio il suo successo nella vita lui lo attribuisca a questa sua “illuminazione”.Le sue abilità mentali sono in grado di rallentare il processo di invecchiamento umano. È convinto di vivere in un nuovo stato di coscienza, nel quale riesce ad attingere energia da diverse altre fonti molto più nutrienti rispetto a quelle normali. Nonostante la scienza sia riuscita a dimostrare che un uomo non potrebbe sopravvivere oltre due mesi senza cibo e nella maggior parte delle volte nemmeno per due settimane, questo giovane ha dichiarato di essere riuscito a sopravvivere per ben cinque anni senza mangiare, e nonostante ciò è in perfetta salute. Ma adesso ci viene da chiederci: “sarà tutto vero”? Riuscirà veramente a non masticare qualcosina per tutto questo tempo? E se fosse una trovata per farsi pubblicità o rendersi famoso? A tal proposito possiamo ricordare un caso analogo che anni fa fece il giro del mondo. Ricordate la vicenda del santone indiano che diceva di non mangiare da 74 anni? Ebbene.. Riportiamo un articolo apparso sul sito queryonline.it, dove è stato tradotto una parte di un’intervista di una testata giornalistica indiana che si esprimeva in merito, dopo aver analizzato dei filmati di un test condotto sull’uomo. I cugini dell’Indian Rationalist Association sono andati a vedere che cosa stava succedendo e lo raccontano sul Guardian: “È stato riferito che i due signori congiuntamente hanno confermato che Jani non ha mangiato una sola briciola e – cosa ben più importante – non ha bevuto una singola goccia d’acqua durante i suoi 15 giorni in cui è stato tenuto sotto osservazione – il che sembra totalmente impossibile. Possono degli scienziati essere tanto creduloni da riconoscere le dichiarazioni di un uomo che afferma di ribaltare le leggi fondamentali della biologia? Hanno chiuso gli occhi (e anche la videocamera non-stop) quando Jani ha alleviato la propria arsura? Non c’è alcun dubbio sul fatto che la “sorveglianza totale” avesse delle falle e che il “grande test scientifico” fosse una farsa. Mentre il test aveva luogo, ho smascherato alcune di queste scappatoie in un’intervista in diretta su India TV: un videoclip ufficiale mostrava che Jani qualche volta si spostava fuori dal campo di ripresa della videocamera; gli era permesso ricevere devoti e poteva persino lasciare la stanza sigillata del test per prendere il sole; i suoi periodici gargarismi e lavaggi non sono stati sottoposti a sufficienti controlli, e così via”.

Commenta