25.7 C
Napoli
sabato, 13 Aprile 2024
  • Al via il progetto incentivi solo per le auto più sicure

    La sicurezza dell’auto come parametro di scelta. Ovvero acquistare una vettura, magari con delle agevolazioni, sulla base del suo livello di sicurezza attiva e passiva, con riferimento quindi anche alla capacità di assorbimento degli urti nel caso di investimento di pedoni o ciclisti.

    Fino a oggi i criteri di scelta, oltre al fattore emozionale, si sono basati sui consumi o sulle emissioni con relativi incentivi finalizzati all’acquisto di veicoli in grado di consentire un risparmio in termini di energia ed emissione di sostanze inquinanti.

    In alcuni paesi dell’Europa però questa tendenza sta cambiando come, ad esempio, in Svezia dove la sicurezza delle auto è da sempre una delle priorità, dato confermato da Anders Lie della Swedish Road Administration: “La Svezia ritiene che la sicurezza dei veicoli sia uno dei più importanti strumenti strategici per migliorare la sicurezza del traffico. L’Amministrazione stradale svedese ha dato l’esempio quando abbiamo deciso di comprare o affittare solo automobili a 5 stelle Euro NCAP. Inoltre il Governo svedese ha recentemente invitato tutti i gli organismi governo a fare altrettanto”.


    Una decisione coraggiosa che, in nome della sicurezza, in poche parole ha decretato la fine delle vetture scarsamente protettive. Tutto questo nasce da una profonda analisi del parco circolante in Europa dove, fino all’inizio della crisi economica, si vendevano circa 15 milioni di auto l’anno, circa il 6% dei 250 milioni di veicoli immatricolati negli Stati membri.

    In questo enorme “calderone” esistono grandi differenze tra i vari paesi in termini di diffusione dei veicoli più sicuri come dimostrato dal nuovo “Road Safety Performance Index” (programma avviato nel 2006 per comparare le performance dei veicoli in termini di sicurezza stradale, attualmente attivo in 30 nazioni). Il progetto “PIN” è frutto dell’impegno dell'”European Transport Safety Council” in collaborazione con Euro NCAP ed ha esaminato la sicurezza della auto nuove vendute nel 2008 in 30 paesi.

    Dallo studio emerge inoltre che negli ultimi dieci anni il livello di sicurezza si è notevolmente innalzato passando da una media di 2 stelle Euro NCAP a 4-5 stelle che interessano quasi il 90% delle auto nuove esaminate oggi.

    In Europa quindi la stima in termini di vite salvate nel decennio, grazie all’innalzamento dei livelli di sicurezza, è di circa 10.600 unità. In media, nel 2008 in EU, il 53% delle auto nuove vendute aveva un valore di 5 stelle, il 31% 4 stelle, il 7% 3 stelle e l’1% 2 stelle, ma la ripartizione delle auto più sicure è però diversa tra i vari paesi: Svezia, Irlanda e Norvegia detengono il 60% delle auto con 5 stelle, mentre i livelli più bassi si registrano nei nuovi stati membri, rispetto alla vecchia Europa a 15, fatta eccezione per la Slovenia.

    Purtroppo per i pedoni le cose non vanno altrettanto bene per la loro incolumità dal momento che tra le vetture nuove vendute in Europa solo il 21% hanno raggiunto le 3 stelle, il 42% 2 stelle e il 29% 1 stella.

    Tutti gli enti interessati dall’analisi del mercato concordano comunque sulla necessità di introduzione, come avviane attualmente per i veicoli “ecologici”, di incentivi o sgravi fiscali anche per l’acquisto di vetture più sicure.


    Articolo pubblicato sulla Repubblica in data 17/04/09

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie