Lavoro ed Economia

Lavoro giovanile: c’è il bando “Occupiamoci”

Dopo il successo della prima edizione del 2013, torna “Occupiamoci” il bando che promuove l’occupazione giovanile attraverso lo sviluppo di imprese sociali. La II edizione è promossa da Fondazione Mission Bambini, Fondazione San Zeno, UniCredit Foundation e Fondazione Canali Onlus. Quest’ultima è la new entry dell’edizione 2015 insieme a Manageritalia Milano, partner tecnico che affiancherà i promotori dei progetti selezionati nella loro attuazione con particolare attenzione agli aspetti gestionali, economici e organizzativi.
 

Finanziamento e mission

La somma messa a disposizione con il bando è di 600mila euro. L’obiettivo è favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani d’età compresa tra i 16 e i 29 anni offrendo sostegno alle attività imprenditoriali promosse da enti che operano nel sociale. Il bando è aperto a tutte le organizzazioni senza scopo di lucro, costituite da almeno due anni. Ogni vincitore beneficerà di un contributo pari a 70.000 euro o comunque non superiore all’80 per cento del costo complessivo del progetto. Le idee presentate possono riguardare l’avvio di nuove attività o l’implementazione di realtà già avviate che necessitano di stare in regola sul mercato. Potranno interessare qualsiasi settore, senza limitazioni e dovranno avere una durata di 18-24 mesi. Le richieste che rispetteranno i requisiti formali, verranno classificate in tre graduatorie separate, sulla base dell’area geografica di realizzazione del progetto (Nord, Centro, Sud Italia). Si vuole, in questo modo, garantire una distribuzione omogenea su tutto il territorio nazionale delle risorse. Sarà possibile presentare la domanda di partecipazione ad “Occupiamoci” entro il 6 novembre 2015. Dalle quattro Fondazioni sarà in particolare valutata la capacità dei progetti di stare sul mercato e dei proponenti di accedere a risorse. La graduatoria dei progetti finanziati sarà resa nota entro il 31 marzo 2016.

 

Rubrica a cura di www.piueconomia.com

Commenta