Lavoro ed Economia

Tre milioni di euro per sostenere l’internazionalizzazione delle Pmi

Tre milioni di euro, per l’anno 2015, al fine di sostenere le piccole e medie imprese all’estero. Con decreto del direttore generale per le Politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi del 1° luglio 2015, il ministero dello Sviluppo Economico, come da decreto interministeriale 7 aprile 2015, ha definito le modalità e i termini per la richiesta e la concessione dei contributi a fondo perduto a favore dei Consorzi per l’internazionalizzazione, finalizzati a sostenere le Pmi nei mercati esteri.
 

Mission

I fondi servono anche a favorire la diffusione internazionale dei loro prodotti e servizi, nonché ad incrementare la conoscenza delle autentiche produzioni italiane presso i consumatori internazionali per contrastare il fenomeno dell’italian sounding e della contraffazione dei prodotti agroalimentari. Le iniziative promozionali finanziabili, previste nell’articolo 4 del decreto, devono essere strutturate sotto forma di progetto per l’internazionalizzazione (di valore non inferiore a 50.000 euro e non superiore a 400.000 euro) e devono essere realizzate nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015. La domanda di contributo, con i relativi allegati, deve essere presentata esclusivamente tramite posta elettronica certificata, firmata digitalmente dal legale rappresentante del Consorzio, a partire dal giorno successivo alla pubblicazione nella gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana dell’avviso relativo al decreto ed entro e non oltre il 1° agosto 2015, all’indirizzo pec dgpips.consorzi@pec.mise.gov.it, secondo quanto stabilito dall’art. 7 del bando. Sul sito del Mise ci sono altre indicazioni utili.

 Rubrica a cura di www.piueconomia.it

Commenta