10.2 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • Porsche punta all’aumento di capitale prima della fusione con Vw

    Porsche Automobil Holding ha chiesto all’assemblea degli azionisti di approvare un aumento di capitale da 5 miliardi di Euro prima della prevista integrazione con Volkswagen. L’obiettivo è ridurre il debito (attualmente di 6 miliardi di Euro) entro il 30 maggio del 2011, anche se la scadenza potrebbe essere estesa fino al 30 agosto stante alcune pendenze legali.

    "L’aumento di capitale è nell’interesse di tutti gli azionisti, anche per ridurre la passività", ha spiegato il responsabile finanziario, Hand Dieter Pötsch. Porsche ha bisogno dell’approvazione da parte di almeno il 75% degli azionisti che contribuiranno per circa la metà sull’aumento di capitale dopo che le famiglie Porsche e Piech hanno già sottoscritto azioni comuni per 2,5 miliardi di Euro (ne controllano il 90%, il restante 10% è nelle mani di Qatar Holding). Proprio il fondo arabo dovrebbe emergere come terzo principale azionista dell’integrazione Porsche- VW dopo le famiglie Porsche e Piech e il land della Bassa Sassonia. L’assemblea degli azionisti odierna è stata preceduta ieri dalla riunione del Consiglio di Sorveglianza che ha dato il via libera definitivo al board per lo sviluppo del nuovo sport utility compatto.

    La Casa ha precisato che il SUV è al momento denominato Cajun, ma solo come "progetto di lavoro" e che quindi il nome potrebbe essere modificato. Andrà a posizionarsi al di sotto della Cayenne e dovrebbe attrarre nuova clientela, soprattutto giovane. Il lancio dovrebbe avvenire nel 2013 e contribuire a soddisfare l’obiettivo Porsche di incrementare le vendite mondiali a 150 mila unità l’anno. La Casa tedesca ha infine annunciato la nomina di Wolfgang Hatz a nuovo responsabile del settore ricerca e sviluppo. Hatz conserverà l’attuale carica di capo dello sviluppo powertrain di Volkswagen.

    30/11/2010
    ilsole24ore.com

     

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie