23.9 C
Napoli
domenica, 14 Luglio 2024
  • Imprese e famiglie: le novità per il 2016

    In arrivo il 2016 e, con esso, diverse novità per imprese, famiglie, professionisti e pubblica amministrazione. Sul Sole 24 Ore, una dettagliata agenda per gli italiani: dal debutto del bail-in nelle crisi bancarie alla cancellazione della Tasi, dalla decontribuzione per le assunzioni a tempo indeterminato ai 500 euro ai neo diciottenni, dalle risorse per la sicurezza e per la sanità, dall’ innalzamento dei requisiti pensionistici alla conferma del bonus ristrutturazioni. Il Sole 24 Ore – nel tradizionale lavoro di fine anno – ha selezionato 135 di questi «appuntamenti», suddividendoli in una ventina di capitoli, dall’agricoltura ai trasporti: un nucleo di base che comunque è destinato ad arricchirsi nel corso dei prossimi mesi, senza contare il corredo di provvedimenti attuativi necessari all’applicazione concreta di quanto previsto dal legislatore. Centotrentacinque “memo” che comprendono modifiche, agevolazioni, proroghe, conferme o cambi di rotta, ma anche rincari, che è bene memorizzare per non farsi cogliere impreparati ed essere pronti a sfruttare le eventuali opportunità.
     

    Bolletta della luce

    Per esempio, per quanto riguarda le spese di casa, ricordiamo che da venerdì prossimo prende il via (gradualmente) la riforma della bolletta elettrica, che si pagherà in misura più adeguata all’effettivo consumo. Quanto ai proprietari di immobili, devono sapere che a giugno non dovranno più versare l’ acconto Tasi. Tra gli altri sostegni ai privati, il credito d’ imposta per chi installa allarmi, i 500 euro da destinare agli acquisti culturali per i neo-diciottenni, i mille per chi studia musica, la proroga a tutto il 2016 delle agevolazioni sulle ristrutturazioni edilizie e la tessera sconti per chi si trova in condizioni di disagio.
     

    Fisco e lavoro

    Sul fronte fiscale confermata, per citare solo alcuni casi, la soglia a 3mila euro per il cash e l’estensione del reverse charge alle imprese consorziate, mentre il 730 precompilato farà il pieno di dati con le spese sanitarie. Sul versante lavoro confermato l’esonero contributivo per le assunzioni (ma al 40%) e incrementati i finanziamenti dei sussidi in deroga. Per la pensione, invece, l’adeguamento alla speranza di vita sposta in avanti il requisito dell’ età del ritiro (sia per vecchiaia che per l’ anticipata). Quanto alla Pubblica amministrazione, si avvicina la riforma del Senato, è previsto un aumento di risorse per sanità, sicurezza e cultura e arriva il concorsone per 64mila docenti. Ma anche a tecnologia e trasporti non mancano le sorprese, dal roaming ai controlli auto da «remoto»”.

     

    Rubrica a cura di www.piueconomia.com

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie