18.4 C
Napoli
mercoledì, 22 Maggio 2024
  • Per veicoli industriali e commerciali: il sistema di scarico ecofriendly si chiama Dinex

    DI STEFANO BELFIORE

     

    Grazie alla capacità di progettare e sviluppare l’intero sistema di scarico comprensivo di tutte le tecnologie per ridurre le emissioni inquinanti, Dinex si afferma sempre più come top player internazionale a supporto dei veicoli commerciali, industriali e bus. La multinazionale, che da oltre 30 anni si dedica nel servire il mercato aftermarket, vive, infatti, una significativa espansione, crescendo sia nel primo impianto che nel segmento Oe dove sta diventando un partner competente ed affidabile. Ed il mercato nazionale segue questa scia positiva. “Qui  siamo reduci – afferma Francesco De Pace, direttore della filiale italiana con sede a Colleranesco (frazione di Giulianova, in provincia di Teramo)  – da un anno sorprendente per Dinex Italia con un fatturato pressoché raddoppiato intorno ai 6 milioni di euro, che lascia presagire ancora importanti affermazioni della nostra leadership sia in ambito aftermarket che in ambito OEM”. Il fattore di successo risiede “nell’individuazione – spiega De Pace –di partner commerciali che hanno abbracciato tutta la gamma Dinex, cogliendo le innumerevoli opportunità di business che Dinex è in grado di offrire loro, con un ventaglio di prodotti che non ha eguali in termini di qualità e gamma”.

     

    Dinex è oggi un player mondiale nello sviluppo, la produzione e la vendita di sistemi di scarico per veicoli industriali, commerciali ed autobus. E vanta un partafoglio di oltre 15mila prodotti. Quanto ha contributo la strategia commerciale a traguardare questi importanti risultati?

    In ambito aftremarket, la vision e l’ambizione dei fondatori Dinex, Jorgen & Grethe Dinesen, di diventare leader di mercato è stata ampiamente raggiunta, attraverso una strategia volta a garantire i più elevati standard di qualità ed offrire la più  completa  gamma di prodotti  presenti sul mercato nel segmento del sistema di scarico e tecnologie per la riduzione delle emissioni inquinanti per veicoli commerciali, industriali e bus. Il figlio Torben Dinesen, da diversi anni ormai CEO del Gruppo, ha intrapreso una fase di ampliamento globale, sviluppando altri mercati e  allo stesso tempo con altrettanto dinamismo il settore OEM, dove Dinex incomincia  a giocare un ruolo strategico e di considerevole importanza, per le competenze di cui dispone e per la piattaforma produttiva e distributiva su un mercato sempre più globale.
     

    L’azienda annovera tra i propri clienti i maggiori costruttori di veicoli industriali on-road e off-road, nonché  un’ampia  rete di distributori di ricambi e filtri antiparticolato a livello mondiale. Ad oggi, qual è la posizione di mercato che Dinex vanta in Italia?

    Esatto. Dinex sta anche crescendo impetuosamente nel primo impianto  e divenendo anche in ambito Oe uno dei partner più competenti ed affidabili nel proprio segmento, avendo la capacità di progettare e sviluppare l’intero sistema di scarico comprensivo di tutte le tecnologie che compongono i nuovi sistemi, producendo internamente i catalizzatori metallici, i filtri antiparticolato, i sistemi one-box, flessibili e tubazioni di scarico più sofisticate, nonché grandi innovazioni tecnologiche come quelle recentemente presentate ad Hannover, Eminizer®, che ha destato grande interesse presso tutte le case costruttrici.   Per quanto riguarda il nostro mercato in Italia, siamo reduci da un anno sorprendente per Dinex Italia con un fatturato pressoché raddoppiato intorno ai 6 milioni di euro, che lascia presagire ancora importanti affermazioni della nostra leadership sia in ambito aftermarket che in ambito OEM. Chiaramente la crisi che si perpetua ormai da 7 anni ha portato l’attenzione soprattutto nei ricambi, a prodotti più economici e di minore qualità in una prospettiva ingannevole, ma comprensibile di un risparmio di costi nel breve periodo. Chiaramente questo con la trasformazione dei sistemi di scarico in tecnologie più complesse e sofisticate  quali i sistemi Euro IV ed Euro V, nonché i retrofit, non sarà più possibile, a meno di incorrere in costi ancora più gravosi, per cui ci si dovrà affidare a componentisti di primo impianto e qualità realmente similare.   Per prodotti, poi, di tecnologia tradizionale, in aggiunta alla gamma ormai riconosciuta ed attesa dalla maggior parte dei nostri partner, abbiamo sviluppato alcune versioni più competitive per rispondere alle esigenze del mercato ed offrire ai nostri partner commerciali maggiori strumenti.
     

    Che tipologia di policy commerciale verrà eventualmente implementata per rafforzare la presenza nell’area d’affari nazionale?

    In ambito aftermarket ha premiato molto l’individuazione di partner commerciali che hanno abbracciato tutta la gamma Dinex, cogliendo le innumerevoli opportunità di business che Dinex è in grado di offrire loro, con un ventaglio di prodotti che non ha eguali in termini di qualità e gamma. A questi partner abbiamo dato e daremo gli strumenti per rafforzare la loro presenza e connotarla con prodotti di qualità a prezzi assolutamente competitivi. Questa logica ci ha premiato con un risultato estremamente positivo nel 2014, con una  forte crescita, che lascia presagire nuovi entusiasmanti risultati anche nel 2015, nonostante la crisi e le oggettive difficoltà del mercato. Questi nostri partner, cui va dato il nostro ringraziamento e supporto,  hanno creduto in Dinex ed in una logica di lungo periodo, in un Gruppo che  sta crescendo in maniera dinamica e forte, costituendo sicuramente il partner più qualificato e la scelta più giusta nel proprio segmento di prodotto.
     

    Sul fronte aftermarket, la Dinex si è proiettata nello sviluppo di un nuovo programma di ricambi in Asia e Stati Uniti. Quali sono i risultati finora ottenuti?

    Sia in ambito aftermarket che in ambito OEM, Dinex, in aggiunta al consolidamento nel mercato europeo, ha intrapreso qualche hanno fa un percorso di crescita cosi detto globale, con l’apertura di nuovi siti produttivi in America e Asia per servire direttamente i propri clienti sia in ambito aftermarket che OEM. Per quanto riguarda l’aftermarket, Dinex ha già sviluppato un proprio catalogo specifico in questi due mercati con produzioni rispondenti ai marchi presenti in quelle aree, raccogliendo già significativi consensi e costituendo una valida alternativa ai prodotti esistenti, sempre connotati dalla qualità e filosofia Dinex di una nutrita gamma a servizio della clientela.  Parallelamente in ambito OEM, Dinex sta sviluppando concrete partnership con costruttori europei presenti in Asia o America, nonché con costruttori locali che lasciano intravedere imponenti sviluppi, per via delle stringenti normative che anche in Asia ed America si stanno implementando e che cambieranno il volto dei sistemi di scarico anche in quei Paesi. In questi mercati sia per i produttori europei che per quelli nazionali, Dinex rappresenta con i suoi siti produttivi e la sua forte specificità e competenza, una grande opportunità.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie