Il cambio gomme invernali

Ricambi auto

Cambio gomme invernali

Una volta si parlava di ‘gomme da neve’ ma è più corretto chiamare queste particolari coperture ‘pneumatici invernali’. Ma perché oggi si parla di pneumatici invernali e non più di gomme da neve? Il perché di questo cambio lessicale è presto detto: gli pneumatici invernali sono concepiti e prodotti per affrontare al meglio tutti i rigori della stagione fredda, non soltanto la neve. Questa bianca e soffice coltre, per inciso, può mettere in difficoltà ma seguendo questi consigli si potrà fronteggiare anche il temibile Burian. Torniamo all’inverno, che è la stagione nella quale le strade sono più umide e l’asfalto e l’aria sono più freddi: gli pneumatici da neve devono quindi fare un superlavoro. I nuovi Goodyear UltraGrip, per esempio, grazie ad una particolare scolpitura del battistrada e a mescole speciali, riescono ad ‘aggrapparsi’ al manto stradale anche in queste condizioni difficili.

Gomme da neve? Non sono tutte uguali

cambio gomme invernaliGli pneumatici invernali sono soggetti a norme particolari che ne regolano l’uso: essi ricadono infatti nella categoria dei ‘mezzi antisdrucciolevoli’ il cui uso è obbligatorio in certi periodi dell’anno e in determinate zone. I sistemi antisdrucciolevoli sono, oltre alle catene, proprio le gomme da neve, che rispetto alle catene hanno il vantaggio di agire su tutte le ruote e di non dover essere montate e smontate frequentemente. Ma come si riconoscono gli pneumatici da neve? Essi devono essere marchiati con M+S, MS, M-S o M&S ma quelli più perfezionati aggiungono il simbolo delle tre montagne con il fiocco di neve. Le gomme da neve possono essere montate con una qualsiasi fra le misure indicate sulla carta di circolazione. Se essi hanno le caratteristiche indicate sul libretto di circolazione è consentito l'uso degli pneumatici da neve durante tutto l'anno. Si tratta degli pneumatici 4 stagioni che hanno molti vantaggi ma il cui uso è consigliabile in climi non estremi.

 

Le regole per il cambio gomme invernali

cambio gomme invernaliIn generale l’obbligo di avere le catene a bordo o di montare pneumatici invernali, nelle zone indicate dalle ordinanze, va dal 15 novembre al 15 aprile. Dal sito della Polizia di Stato apprendiamo inoltre che nel periodo invernale (dal 15 ottobre al 15 maggio), è ammesso installare pneumatici invernali che abbiano un codice di velocità anche inferiore a quello riportato nella carta di circolazione. In ogni caso non è consentito scendere al di sotto del codice “Q” (160 km/h) e se la velocità massima dello pneumatico invernale è inferiore a quella degli pneumatici “estivi”, questo dev’essere indicato da un’etichetta posizionata nell’abitacolo. Ma come ci si deve regolare quando si fa il cambio gomme invernali? Quando si fa il cambio gomme e si rimontano quelle estive, esse devono avere un codice di velocità non inferiore a quello indicato sulla carta di circolazione. Ricordiamo inoltre che le coperture smontate dall’auto durante il cambio pneumatici devono essere stoccate correttamente e, in ogni caso, mai all’aperto. Un garage o una cantina può andare bene ma molti gommisti offrono anche questo servizio all’automobilista che si reca da loro per il cambio gomme.

 

Nicodemo Angì

Commenta