Automotive

Volvo Cars: la vera sicurezza arriva dalla prevenzione totale

Volvo Cars continua la sua politica volta alla prevenzione totale delle principali cause di incidenti (alta velocità, alterazione dello stato psicofisico e distrazioni) operando con grande attenzione e meticolosità.  

Ecco dopo la news relativa alla limitazione della velocità dei suoi modelli a stretto giro, l'annuncio di una nuova innovativa iniziativa meritoria. 

Il gruppo ritiene che problemi quali la guida in stato di alterazione e la distrazione possono essere combattuti installando telecamere a bordo dell'auto e altri sensori in grado di monitorare il guidatore.

In caso di possibile incidente sarà la stessa vettura ad intervenire a tutela dei viaggiatori.

L'auto potrebbe ad esempio ridurre autonomamente la velocità di marcia, segnalare anomalie al servizio di assistenza Volvo on Call e, come ultima opzione, il progressivo rallentamento del veicolo e il suo parcheggio in totale sicurezza.  

Le telecamere potrebbero addirittura individuare nelle reazioni del guidatore possibili cause di incidenti.

Basta pensare alla mancanza di sollecitazioni dello sterzo per periodi di tempo prolungati, alla chiusura degli occhi o allo sguardo rivolto non alla strada per periodi di tempo prolungati.

Indice di pericolo sono anche i cambi di corsia repentini o i tempi di reazione troppo lenti.

L'introduzione delle telecamere su tutti i modelli Volvo partirà allíinizio del 2020.

Una programmazione dunque concreta diretta alla reale tutela dei viaggiatori e del guidatore oltre ai terzi incidentalmente coinvolti nei vari incidenti.

Basti pensare al Volvo Care Key, che consente ai possessori di una Volvo di limitare autonomamente la velocità massima dell'auto prima di prestarla ad altri, dispositivo che sarà disponibile su tutti i modelli Volvo a partire dal Model Year 2021.

Marco Lasala 

Commenta