Automotive

Toyota Mirai al Salone di Tokyo

Toyota apre nuovi orizzonti.

Gioca in casa il marchio Toyota, così punta allo stupore ed al futuro.

Apre nuovi orizzonti nell’Automotive, il marchio giapponese, tra i più avanzati in termini tecnologici, lavora sull’idrogeno a ritmi serrati.

La sua avanzata tecnologia delle celle a combustibile arriva ad un nuovo ed entusiasmante livello, grazie alla nuova generazione di Mirai.

Una vettura presentata in occasione del Salone di Tokyo 2019.

Un modello che vuole sensibilizzare il pubblico sul tema dell’idrogeno: autonomia di oltre 500 chilometri, rifornimento in pochi minuti, emissioni pari a… poche gocce d’acqua.

Toyota calcola che saranno circa 10.000 le unità vendute a partire dal suo lancio sul mercato, termine previsto nel 2020.

Saranno mercati quali il Giappone, l’America Settentrionale e l’Europa i primi continenti ad accogliere la nuova Mirai.

Toyota Mirai non sarà una normale FCEV ma lancerà una nuova stirpe di autoveicoli, nuove autovetture alimentate ad idrogeno.

Un propulsore nuovo, ma anche un’estetica di primissimo livello, grazie anche a particolari sportivi, quali i cerchi in lega da 20 pollici ed a una livrea blu che utilizza molteplici strati di vernice al fine dell’ottenimento di una brillantezza eccezionale.

Marco Lasala

Commenta