Automotive

Renault punta su nuove motorizzazioni per la riduzione delle emissioni

Dopo aver annunciato una completa rivoluzione della gamma grazie all’introduzione di tre livelli di allestimento, Duel , Sport Edition e Premium , Renault punta ad una completa riorganizzazione delle motorizzazioni. 

Grazie all’utilizzo di filtri antiparticolati, utilizzabili sia sui motori a benzina che Diesel , Renault estenderà l’utilizzo di nuove tecnologie per abbattere notevolmente le emissioni di CO2. 

In Europa cambieranno le denominazioni commerciali, ci saranno i motori TCe FAP per i propulsori a benzina, mentre per i Diesel saranno introdotti i Blue dCi

Le motorizzazioni a benzina integreranno un nuovo filtro anti particolato, posto in corrispondenza dello scarico, la stessa tecnologia impiegata dunque sui motori Diesel, al fine di liberare i gas di scarico dalle polvere sottili, trattenendole in una struttura microporosa alveolare che periodicamente, si rigenera automaticamente. 

Per le motorizzazioni Diesel sarà posizionato sempre a ridosso del sistema di scarico, un catalizzatore di ossidazione che integrerà la tecnologia di riduzione catalitica selettiva. 

Marco Lasala 

Commenta