Automotive

Nello stabilimento di Flins una Zoe vincente

E’ una delle auto 100% elettriche più apprezzate sul mercato, alimentata unicamente da un motore elettrico, la Renault Zoe integra la tecnologia a zero emissioni più avanzata. 

Nello stabilimento di Flins, un team di 20 dipendenti procede giornalmente all’assemblaggio delle Renault Zoe

L’arrivo della Zoe nello stabilimento di Flins ha richiesto importanti modifiche, dalla carrozzeria all’area di produzione di porte e portellone, gli impianti industriali di questa fabbrica si sono dovuti adattare all’arrivo di una elettrica innovativa, così sulle linee produttive oltre alla Clio ed alla Clio RS è presente anche la Zoe

Una superficie equivalente alla metà di un campo da calcio è stata ripulita e rasa al suolo, i macchinari sono stati selezionati e mandati in discarica, il nuovo complesso comprende 550 robot, di cui oltre 150 aggiunti per garantire un’alta flessibilità. 

Per effettuare i lavori di saldatura sulla nuova ZOE ed ottenere le 5 stelle Euro NCAP, l’interasse dell’auto elettrica by Renault è stato rinforzato per proteggere le batterie: sono ben 500 i punti di saldatura in più rispetto ad un veicolo termico. 

Le batterie vengono così assemblate direttamente nello stabilimento, gli operai lavorano sulle batterie ferma in modo da garantire una maggiore qualità costruttiva, ogni batteria ha una carica di 400 volt e vengono messe sotto tensione all’ultimo momento della linea di produzione.

Testate per la tenuta stagna da un punto di vista elettrico per favorire il carico e lo scarico dell’energia, a Flins il processo produttivo della nuova Renault Zoe è uno dei più avanzati dell’automotive.

Marco Lasala 

Commenta