12.1 C
Napoli
mercoledì, 24 Aprile 2024
  • Mercato dell’auto 2019: crescono le ibride, crolla il Diesel

    Il mercato dell’auto quest’anno ha dimostrato di poter reggere alla crisi, con percentuali di poco sotto la media dello scorso anno. 

    Se nel mese di Settembre i dati erano stati più che confortanti, con un +13,4%, anche ad Ottobre, il mercato auto mostrava segni più che positivi con un +2,2 % e circa 150.580 immatricolazioni.

    Le immatricolazioni di auto nuove sono cresciute anche a Novembre grazie ad un +2,2%: secondo il Ministero dei Trasporti, in totale quest’anno, anche se non è ancora chiuso, le previsioni lasciano intravedere un -0,6% rispetto al periodo Gennaio – Novembre 2018. 

    La demonizzazione del Diesel ha provocato “danni” non indifferenti, crescono i consensi verso le auto ibride del 40,1%, le auto elettriche subiscono un vero e proprio boom di richiesta (+130%) mentre quelle a gasolio registrano un calo di oltre il 16%. 

    Le utilitarie incontrano sempre più gradimento in Italia, è il marchio Fiat a conquistare il primo gradino del podio nel mese di Novembre, con oltre 266.560 unità immatricolate nel 2019 ed un -12,5% rispetto lo scorso anno.

    Seguono Volkswagen con un +9,6% e PSA.

    Da segnalare come i marchi Premium e di Lusso non temono la crisi, anzi: Ferrari raggiunge un +26,18%, Porsche un +28,91% ed Aston Martin un +88,6%!!!

    Ottima anche la performance di Lamborghini che supera quota 50%, così come Dacia, marchio che si rivela tra i brand stranieri più apprezzati in Italia con un +37,76%.

    Fiat Panda e Lancia Ypsilon le auto più vendute, seguite dalla piccola ma sempre verde smart fortwo.

    Per il 2020, la vera scommessa saranno le ibride, soprattutto le mild-hybrid , vetture che abbinano le potenzialità dell’elettrico con costi di acquisto ed esercizio relativamente contenuti.

    Per il discorso full electric, bisognerà vedere se continueranno ad essere erogati gli incentivi statali e i bonus rottamazione, un plus non da poco considerato che la sola regione Lombardia offre uno “contributo” di circa 8.000 euro 

    Le richieste superano già i 13 milioni di euro, sui 18 disponibili per il biennio 2019-2020: il cuore green riscalda gli italiani, ma non solo, perché Enel X sta provvedendo ad ampliare la rete di colonnine elettriche sparse sul territorio italiano ed in questo caso, l’elettrico converrà sempre di più.

    Benzina, diesel o elettrico? Il dilemma continua… ma occhio al GPL e perché no, all’idrogeno!

    Marco Lasala 

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie