Automotive

Incidenti stradali mortali: i giovani tra i più coinvolti

L’estate avvolge i giovani con il suo calore e la sua energia, ma sulle strade Europee, un drammatico dato si fa sempre più  allarmante i giovani Europei, sono tra i più coinvolti negli incidenti stradali mortali.

Nei periodi tra Luglio ed Agosto, i giovani di età compresa tra i 18 ed i 24 anni, secondo un recente studio commissionato dalla Ford, corrono un rischio elevatissimo, alla guida di un automobile. 

Nel periodo compreso tra il 2004 ed il 2013, sono stati oltre 62.000 giovani, di età compresa tra i 18 ed i 24 anni, a perdere la vita sulle strade europee. 

Tra i principali fattori, secondo quanto riportato dall’European Road Safety Observatory, ci sarebbero la scarsa conoscenza delle strade, lo stress, l’assunzione di sostanze stupefacenti ed il tacco alcolemico alto. 

Sono stati intervistati oltre 6.500 giovani, tra Italia, Spagna, Germania e Francia: il 57% afferma di aver superato spesso i limiti di velocità, 13% di essersi messo al volante dopo aver bevuto alcool, il 36% ha dichiarato di utilizzare il cellulare mentre era alla guida, massaggiando, parlando, scattandosi selfie ( 15%).

Il programma Driving Skills For Life messo in atto dalla Ford ha lo scopo di formare e insegnare ai giovani, la guida responsabile.

Un video ironico che ha come protagonisti degli adulti gonfiabili, sensibilizzerà gli adolescenti, nel tentativo di ridurre questa tendenza di mettersi alla guida senza la consapevolezza di poter causare ed esser vittima di incidenti stradali mortali.

Una realtà che sembra esser in aumento….

a cura di Marco Lasala

Commenta