27.8 C
Napoli
lunedì, 17 Giugno 2024
  • In Italia cresce il numero di patenti

    Italia sempre più popolo di patentati. Secondo un’elaborazione condotta dall’Osservatorio Autopromotec su dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal 2006 al 2012 le patenti di guida B attive (cioè quelle non scadute) crescono dell’8,19 per cento. A detenere il primato, su scala regionale, è il Trentino Alto Adige dove l’aumento di patenti B è stato più significativo (+13,78%). Fanalino di cosa il Piemonte: qui  si è registrato un aumento solo del 2 per cento. “A dispetto delle difficoltà economiche che gli italiani hanno dovuto affrontare negli ultimi anni e delle norme che hanno penalizzato il settore del trasporto privato – sottolinea l’Osservatorio Autopromotec –  in Italia,  i cittadini non appaiono orientati a rinunciare all’uso dell’automobile. Se così fosse calerebbe anche il numero delle patenti. L’interesse degli italiani per l’automobile rimane dunque alto, e ciò dipende da molte ragioni. Non vi è solo una questione di particolare gradimento dell’automobile che non fa prendere in considerazione la possibilità di rinunciarvi, ma vi è anche il fatto che utilizzare l’automobile è una necessità, e ciò anche perché l’offerta di trasporto pubblico non solo è insufficiente a soddisfare le esigenze dei cittadini, ma è addirittura in diminuzione come emerge dal Rapporto Pendolaria 2012 di Legambiente sulla situazione e gli scenari del trasporto ferroviario pendolare italiano. Secondo questo rapporto, infatti, nello scorso anno molte sono state le Regioni che hanno deciso di diminuire i servizi (meno corse e meno mezzi di trasporto pubblici) e di aumentare il costo dei biglietti, in particolare nel Sud del Paese. Il punto più critico, sempre secondo il Rapporto di Legambiente, rimane la rete metropolitana dove ‘con soli 180 chilometri’, il nostro Paese si colloca all’ultimo posto in valore assoluto, rimanendo a distanza rispetto alle altre nazioni europee”.

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie