Automotive

Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid: bassi consumi ed emissioni ridotte

Arriva la versione Plug-In Hybrid di un modello, la Hyundai Ioniq, unico nel suo genere, perché offre tra differenti livelli di motorizzazioni, tutte con emissioni estremamente ridotte o nulle.

La Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid è spinta da un motore da 1,6 litri, un 4 cilindri in linea della famiglia GDI in grado di erogare una potenza massima di 105 cavalli ed una coppia massima di 147 Nm, il tutto abbinato alla presenza di un’unità elettrica da 61 cavalli (45kW). 

La presenza delle batterie agli ioni polimeri di litio garantisce un’autonomia di 63 chilometri in modalità totalmente elettrica! Ottimo lo scatto: lo 0-100 km/h viene coperto in appena 10,6 secondi e la velocità massima raggiungibile è di 178 km/h.

Particolarmente intelligente lo schema di funzionamento delle propulsioni della Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid: fino ad una determinata soglia di autonomia, funziona esclusivamente l’unità elettrica, mentre in modalità sport, i due propulsori lavorano in simbiosi per garantire il massimo delle prestazioni!

Nel ciclo ibrido, l’efficienza dei consumi è garantita da un attento funzionamento dei due motori.

La Hyundai Ioniq Plug-In Hybrid può essere ricaricata direttamente alla presa di corrente di casa o tramite le colonnine elettriche, in quest’ultimo caso, occorrono due ore e quindici minuti per la ricarica elettrica completa.

Per garantire bassi consumi, anche l’aerodinamica è stata particolarmente curata, grazie ad un CX 0.24 ed a cerchi da 16 pollici, la resistenza all’avanzamento è ridottissima, a tutto vantaggio dell’efficienza di guida e della silenziosità di marcia.

Marco Lasala 

Commenta