Automotive

Ford Mustang: la più amata tra le sportive

Era il sogno Americano, la muscle car che nella sua purezza trasmetteva emozioni; possedere una Mustang era gratificante, un po’ come un body builder che mostra i suoi muscoli.

Grazie alla Ford ora anche in Europa è possibile ordinare e possedere una Mustang, una sportiva che rappresenta la giusta via di mezzo tra l’essere e l’apparire, una vettura che più di ogni altra creatura oltre continente incarna le prestazioni pure.

In Italia arriva con due motorizzazioni.

Ecoobost o V8 ?

Una Mustang deve avere potenza e coppia da vendere, così i tecnici della Casa dell’Ovale Blu hanno deciso di equipaggiare questa sportiva con due motorizzazioni, entrambe potenti ma estremamente diverse tra loro.

La base di partenza è costituita da un motore 4 cilindri in linea appartenente alla famiglia EcoBoost , un propulsore che forte di una cilindrata di 2,3 litri, sprigiona una potenza massima di 317 cavalli, mentre come versione di punta troviamo un V8 da 5 litri e 421 cavalli.

Due unità dal carattere diverso, l’ Ecoboost mostra di gradire l’allungo nonostante sia pieno sin dai bassi regimi, mentre il V8 ha una spinta in basso fantastica ed un sound più adeguato sicuramente all’aspetto ed al DNA della Ford Mustang .

Cattiva e dinamica

Lunga poco più di 4,70 metri e larga 1,91, la nuova Ford Mustang mostra un look tipicamente americano, con i passaruota pronunciati, soprattutto quelli posteriore, ed una linea di cintura che si alza progressivamente fino a terminare nella massiccia coda.

Il frontale è dominato dalla grossa ed imponente calandra anteriore, elemento su cui spicca il “cavallo selvaggio”.

Belli i fari, sottili e moderni, sono dotati di una lente laterale e di tre strisce a led che contribuiscono, soprattutto di notte, a rendere cattivo lo sguardo della Mustang.

Al posteriore i fari a LED, tre per ogni lato, sono perfetti per dare risalto ad una coda muscolosa dove spiccano i due grossi terminali tagliati a fetta di salame.

Essenziale

Una Ford Mustang non deve avere nulla di superfluo, nel suo abitacolo deve regnare l’essenzialità, così il volante a tre razze ospita i comandi audio, vocali e cruise, mentre i due grossi strumenti circolari mostrano velocità e giri motore; al centro un completissimo computer di bordo, di stampo tipicamente Ford, fornisce al guidatore informazioni su ogni parametro vitale della vettura, dalla pressione gomme a quella di sovralimentazione, tutto è sotto controllo.

Al centro della plancia domina l’impianto multimediale Sync II, mentre più in basso sono collocati i comandi del climatizzatore elettronico e varie leve secondarie.

Sedili ottimamente profilati, pelle di ottima qualità, morbida e gradevole al tatto.

Prova su strada

Emozionante salire a bordo di una Ford Mustang, coinvolgente premere il tasto d’accensione e sentire il quattro cilindri ronfare a 1.000 giri.

Siamo alla guida delle versione da 2,3 litri Ecoboost, un motore per nulla sottodimensionato, anzi, gli oltre 300 cavalli di potenza massima ci sono tutti, forse solo per il fatto che è pur sempre una Mustang ci si aspetterebbe un V8.

Ottima in progressione, nonostante sia spinta da un motore turbo, la coppia è presente sin dai bassi regimi, stabile in curva, nonostante i 4,78 metri di lunghezza ed un peso non proprio piuma, la Ford Mustang dimostra una discreta agilità, così come adeguato l’impianto frenante, anche dopo un uso intenso non perde mai il mordente.

In accelerazione si avverte un alleggerimento dell’avantreno, del resto la potenza c’è e viene scaricata con cattiveria sull’asfalto.

Ottima l’insonorizzazione anche alle velocità più elevate, forse per essere una Mustang è fin troppo silenziosa.

Sicuramente la nuova sportiva Ford conquisterà il pubblico europeo, le prestazioni sono elevate, il design è accattivante ed il prezzo d’acquisto relativamente basso, pretendere di più è impossibile!

 

a cura di Marco Lasala

Commenta