Automotive

Cresce senza sosta il mercato italiano dell’auto

Nel mese di novembre 2015 si contano 134mila nuove immatricolazioni di autovetture con un incremento di oltre il 23 per cento, il 18° consecutivo. E’ quanto emerge dal focus di Anfia sul mercato nazionale delle quattro ruote.  Tra gennaio e novembre di quest’anno le immatricolazioni sono state circa 1,46 milioni (+15,5%). Si tratta di un valore inferiore del 31 per cento rispetto al volume medio del venduto negli anni 2000-2010 a gennaio-novembre (volume medio di 2,12 milioni), ma superiore del 7,76 per cento al volume medio (1,36 milioni di unità) del periodo di gennaio-novembre negli anni di recessione 2011-2014. La previsione di chiusura del mercato per l’anno 2015 si attesta a circa 1,57 milioni di autovetture (+15% circa sul 2014), un volume ancora inferiore a quello del 2011 che raggiunse 1,75 milioni di nuove registrazioni. Si tratta di un delta negativo di quasi 180mila autovetture.  Il mercato è stato contraddistinto dal boom delle vendite del noleggio nel 1° quadrimestre del 2015 con il 32 per cento di vendite in più rispetto a gennaio-aprile 2014. Nei primi 11 mesi la crescita media si attesta a più 17,9 per cento. Le vendite ai privati registrano crescite a doppia cifra a partire dal mese di marzo: nei primi 4 mesi dell’anno registrano un aumento tendenziale del 12,4 per cento e nei 7 mesi successivi aumentano del 21,6 per cento.
 

Nei primi 11 mesi 2015 la quota delle auto ecofriendly si attesta al 13,5 per cento del totale mercato, con un calo a fine periodo dell’1,8 per cento, determinato da un andamento molto positivo nei primi 4 mesi dell’anno (+21% l’incremento medio) e un calo medio da maggio a novembre di oltre il 13 per cento, dovuto alla contrazione del mercato delle auto a gas. Secondo i dati preliminari elaborati da Anfia, a novembre il valore medio ponderato delle emissioni di CO2 delle nuove autovetture vendute è di 113,6 g/km e nei primi 11 mesi 2015 è di 115,1 g/km (118,2 g/km la media ponderata anno 2014).

Commenta