Automotive

Auto, sì a scatola nera e incentivi

L’ok dell’Aci per combattere l’inquinamento e svecchiare il parco circolante “L’idea di una ‘scatola nera’ per monitorare le percorrenze delle auto più inquinanti ed evitare di penalizzare quegli automobilisti che usano l’auto pochissimo e, dunque, inquinano pochissimo, è un’idea giusta che condividiamo”. E quanto dichiara il presidente dell’Automobile Club d’Italia , Angelo Sticchi Damiani. “Ma, soprattutto – continua – condividiamo l’idea, da noi più volte sostenuta, di incentivare il più possibile la sostituzione delle auto più vecchie con auto nuove o con usati recenti, visto che il 56 per cento delle auto che circola sulle nostre strade ha più di 10 anni, che l’età media delle auto a benzina è di 14 anni e 4 mesi e quella dei diesel di 9 anni e 8 mesi”. In che modo rinnovare il parco auto con gli eventuali annessi e connessi al post-vendita? “Mettendo in condizione – dice Damiani - i possessori di auto vecchie e particolarmente inquinanti – soprattutto le persone meno abbienti - di cambiare l’auto, o con un’auto nuova o un usati recente, con una campagna di incentivi, a partire da un taglio del 50 per cento dell’IPT. Sbagliata e, a nostro avviso, controproducente, in quanto si provocano inutilmente gravi danni al è la demonizzazione dei diesel, sulla base di prese di posizione ideologiche, che non hanno alcuna evidenza scientifica”.

Commenta