10.2 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • Volkswagen fa il pieno di utili, ma frena sul quarto trimestre

    Utile operativo più che triplicato per Volkswagen. In nove mesi il gruppo tedesco ha registrato circa 4,83 miliardi di euro e un utile dopo le imposte per 4,03 miliardi, da 655 milioni di un anno prima, su ricavi in crescita del 19,9% a 92,5 miliardi. La casa di Wolfsburg per l’intero 2010 ha stimato consegne "sensibilmente più alte" rispetto al 2009 grazie tra gli altri fattori alla positiva crescita del business in Cina.

    Inoltre ha anticipato una performance positiva del fatturato e dell’utile operativo malgrado i cambiamenti dei volumi tra i vari mercati e anche se la crescita di successo dei nove mesi non continuerà in modo analogo nel quarto trimestre. I dati dei 9 mesi sono superiori alle attese degli analisti: 90,9 miliardi per il fatturato, 4,08 miliardi per l’utile operativo e 2,79 miliardi per l’utile dopo le imposte.

    Sempre nel periodo gennaio-settembre per la divisione Auto il cash flow è cresciuto di 2,3 miliardi a 11,5 miliardi e la liquidità netta è salita a 19,6 miliardi. La domanda dei modelli è stata forte con consegne salite del 12,9% a 5,4 milioni e una quota di mercato globale pari all’11,6% (11,5% un anno prima).

    La Cina, l’Europa occidentale, il Nord e il Sudamerica hanno continuato a spingere la domanda unitamente ai nuovi modelli. Nel quarto trimestre, nove marchi (esclusa Porsche) sveleranno nuovi modelli chiave rafforzando la posizione del gruppo sui mercati mondiali.

    Sul bilancio consolidato 2010 avranno un effetto positivo anche gli effetti valutari, mentre il costruttore tedesco intende continuare a concentrarsi su una gestione disciplinata dei costi e degli investimenti e su un’ininterrotta ottimizzazione dei processi. Il 27 ottobre VW comunicherà in dettaglio i conti dei 9 mesi e del terzo trimestre.

    "I ricavi e l’utile dopo le tasse registrati da Volkswagen nei primi 9 mesi dell’anno sono migliori delle attese", commenta Juergen Pieper di Metzler. "Il fatto che l’outlook sia cauto non dovrebbe essere valutato troppo negativamente, dato che lo è stato anche in passato". L’analista stima per il quarto trimestre utili in linea con il terzo, dopo che la società ha annunciato che il tasso di crescita nel periodo gennaio-settembre non sarà altrettanto forte nel quarto trimestre. La raccomandazione sul titolo resta buy.

    Per ora l’azione VW agguanta alla Borsa di Francoforte un +1,92% a 84,38 euro, facendo il pieno di benzina al comparto auto europeo (+0,52% lo Stoxx), mentre Fiat, dopo la corsa in seguito ai conti e all’upgrade della guidance 2010, ritraccia (-0,74% a 12,15 euro). Le immatricolazioni di auto in Brasile, nella prima metà di ottobre, sono calate del 13,41% a 111.328 su anno, mentre i veicoli commerciali hanno segnato un aumento del 6,56% a 28.905.

    Secondo l’associazione dei concessionari Fenabrave, nel periodo Fiat è terza come quota di mercato a 21,67% nelle auto, dietro Volkswagen (22,58%) e General Motor (22,06%). Nei veicoli commerciali è prima con il 23,28%, segue Volkswagen al 14,72%.

    22/10/2010
    MilanoFinanza.it

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie