10.9 C
Napoli
giovedì, 18 Aprile 2024
  • Nuova generazione ABS Bosch per moto: tecnologia compatta per una maggiore sicur

    L’ABS è diventato obbligatorio su tutte le vetture commercializzate in Europa a partire dal 2004. Anche per le moto tale sistema è di fondamentale importanza per la sicurezza, e Bosch costantemente fa ricerca su tale sistema.
    Si chiama ABS8M il più piccolo e leggero ABS per moto al mondo, sviluppato da Bosch, che equipaggerà, come optional o di serie, alcuni modelli di Aprilia, Ducati, BMW, Kawasaki, KTM, Moto Guzzi, Suzuki.

    Sviluppato dal Gruppo Bosch, il nuovo sistema antibloccaggio delle ruote pesa soltanto 1,5 kg ed ha un volume di ca. 1 litro. Le funzioni sono state ulteriormente ottimizzate: la vibrazione del pedale durante la frenata risulta meno percettibile e, anche in caso di frenata su manti stradali non uniformi, il sistema adegua più rapidamente la pressione frenante ai diversi livelli di aderenza. Ne consegue una riduzione maggiore dello spazio di frenata. Per l’impiego su pista o su percorsi offroad, a seconda della casa costruttrice e del tipo di veicolo, il pilota può scegliere di disattivare il sistema ABS.

    Da uno studio sugli incidenti a cura di Allianz Assicurazioni per il 2005 emerge che con l’impiego dell’ABS sulle moto si potrebbe evitare circa il 10% di tutti gli incidenti gravi in cui sono coinvolti motocicli e che la gravità delle conseguenze di tali incidenti potrebbe essere perlomeno ridotta. Questo conferma i risultati di una ricerca condotta dall’Istituto per la Sicurezza degli Autoveicoli di Monaco, che già alcuni anni fa aveva individuato nelle frenate errate la causa più frequente di caduta negli incidenti con motociclette. Tale ricerca inoltre sosteneva che il 93% delle cadute analizzate si sarebbe potuto evitare con l’impiego dell’ABS.

    La frenata in moto può risultare complessa e a volte pericolosa. Infatti, molti motociclisti, in situazioni di emergenza, non frenano con sufficiente forza, per paura di bloccare le ruote, o, al contrario, premono troppo sul pedale del freno e, a causa del bloccaggio delle ruote, cadono. Il sistema Bosch di antibloccaggio delle ruote, appositamente concepito per le motociclette, rende la guida molto più sicura. “Il pilota può frenare a fondo in qualsiasi momento, senza timore di cadere”, afferma Rolf Hummel, Responsabile dei sistemi di controllo dei freni per moto di Bosch. “Il sistema attuale è il risultato di 12 anni di esperienza nello sviluppo di sistemi ABS per motociclette. Nel settore degli autoveicoli, da ben 28 anni, i sistemi Bosch sono dotazioni di serie.”

    Bosch ha iniziato la produzione in serie della prima generazione del sistema antibloccaggio delle ruote per motociclette, l’ABS2L1, nel 1994 e da allora ha prodotto più di 100.000 unità. Il primo sistema pesava 4,5 kg, il triplo rispetto alla generazione attuale, l’ABS8M. Nel 1998 è stata introdotta sul mercato la seconda generazione, l’ABS5M, con un peso di 2,6 kg. Già oggi i ricercatori stanno lavorando ad ulteriori miglioramenti del sistema: le prossime generazioni dell’ABS per motociclette offriranno ancor maggiore sicurezza, riducendo ulteriormente lo spazio di frenata e il pericolo di ribaltamento e caduta. Si sta pensando però anche alle funzioni che incrementeranno il comfort del sistema, quali ad esempio un dispositivo di ausilio per la partenza in salita come quello già presente negli autoveicoli all’interno del più evoluto sistema ESP® (Hill Hold Control).

    Il sistema ABS8M è disponibile sui seguenti modelli: Aprilia ETV 1000 Caponord, BMW R 1200 S, BMW F 800 S / ST, BMW F 650 GS, Ducati ST3s, Kawasaki ER-6n / f, KTM 990 Adventure, Moto Guzzi Breva 1100 / 850, Moto Guzzi Norge 1200, Suzuki V-Strom 650.

    Articolo pubblicato sul sito www.bosch.it in data 19/07/06

    ARTICOLI CORRELATI

    Ultime notizie