Accessori e tecnologia

DriveNow: il car sharing arriva a Milano

Siamo ufficialmente nell’era del car sharing che ribalta il senso della mobilità.

‘Condivisione’ è la parola chiave del cambiamento in ogni ambito, ed anche in quello dei trasporti. Basti pensare all’invenzione ‘bla bla car’ che esprime a pieno l’idea di condivisione del mezzo. Potrebbe essere lo stesso per un autobus, un treno o un aereo, ma la differenza sta nella comodità, nella semplicità e nella immediatezza dell’utilizzo e della condivisione appunto.

Così il car sharing, da Roma, si espande a Milano grazie all’iniziativa nata dall’alleanza di BMW con Sixt. Si chiama DriveNow ed è un servizio già attivo in 10 città europee: Berlino, Colonia, Dusseldorf, Monaco, Amburgo, Vienna, Londra, Copenhagen, Stoccolma e Bruxelles.

Il progetto partirà il prossimo 19 Ottobre e la flotta comprende 480 vetture tra BMW e Mini: BMW Serie 1, Serie 2 Active Tourer e Serie 2 Cabrio; Mini 5 porte, Clubman e Cabrio. Il perimetro entro il quale ci si potrà muovere in una zona di 126 chilometri quadrati tra la stazione di Milano Bruzzano a Nord, il quartiere Gratosoglio a Sud, l’Acquatica Park ad Ovest ed il cimitero Lambrate ad Est.

Il costo di utilizzo del servizio è di 29 euro d’iscrizione che comprende i primi 20 minuti di guida. Dopo di che si può scegliere una vettura e utilizzarla pagando una tariffa che va dai 31 ai 34 centesimi al minuto. Il tutto compreso di assicurazione, tassa di circolazione, benzina e tagliandi parcheggio eventuali.

L’elemento che distingue DriveNow dagli altri servizi di car sharing sta nel fatto che non prevede appositi centri di deposito auto, ma i clienti sono liberi di utilizzare le vetture prenotate e poi lasciarle in un qualsiasi punto dell’area operativa. L’App a disposizione sarà fondamentale per cercare le automobili libere e il punto preciso in cui si trovano.

“Non hai bisogno del tagliando, non devi fare rifornimento, non avrai alcun costo nascosto, puoi prendere un’auto e parcheggiarla dove desideri e puoi metterti alla guida dei nuovi modelli BMW e Mini. Con Car Sharing DriveNow tutto è possibile”. 

Questa la presentazione di DriveNow ai suoi attuali, nuovi e futuri clienti italiani.

 

A cura di Costanza Tagliamonte

Commenta