Accessori e tecnologia

Auto e videogiochi: link possibile nel nome della sicurezza

Riposare, leggere, mangiare e, perché no, anche giocare. Con la guida autonoma, l’auto non sarà solo più un semplice mezzo di trasporto. L’ultima frontiera dell’innovazione si lega al mondo del gaming. Una contaminazione dalle grandi potenzialità. La questione è ora capire se e come computer e videogiochi possano trasformarsi da dispositivi pensati per intrattenere a strumenti in grado di favorire una maggiore efficienza e sicurezza di guida, grazie ad un sempre più diffuso approccio basato sulla cosiddetta gamification, cioè l’applicazione di meccaniche ludiche ad attività che non hanno direttamente a che fare con il gioco. Per Alexander Klotz, head of Research & Development della Divisione Interior di Continental, “il gioco – dice - assumerà un ruolo importante nello sviluppo delle interfacce uomo-macchina. Il gioco, oltre all’aspetto puramente ludico, può rappresentare un elemento importante nella cabina di guida, mantenendo viva l’attenzione del conducente e aiutandolo a passare velocemente dalla modalità autonoma a quella manuale. Tuttavia, anche se con la guida automatizzata i compiti strettamente connessi alla conduzione del veicolo diminuiscono, il focus nello sviluppo di queste vetture rimane sempre sul guidatore”. Ad oggi, Continental è al lavoro con il Nanyang Polytechnic Institute di Singapore per studiare al meglio tutte le possibilità di integrazione dei giochi in un veicolo.

 

Commenta