Uomini e Aziende

Lorett: tecnologia e qualità per il mondo dell’auto

DI STEFANO BELFIORE

Tecnologia è una keyword che contraddistingue il dna d’impresa della Lorett Spa. L’azienda torinese, che produce e commercializza parti di ricambio a marchio Breda Lorett (tendicinghia e kit distribuzione,  reggispinta vetture, autocarri e macchine agricole, kit cuscinetti ruota, cuscinetti e tasselli ammortizzatore e damper), copre il 90 per cento del parco auto di produzione europea, servendo 50 Paesi su scala internazionale. Numeri di rilievo che raccontano l’eccellenza di una realtà che sa fare impresa e che, da oltre 50 anni, lavora meticolosamente per soddisfare al meglio le esigenze dei propri clienti “Per una azienda come la nostra – dice Marco Riccardino (nella foto), direttore Marketing di Lorett- l’elemento tecnologico è il fulcro stesso dell’attività”. “Ed il  2014 - prosegue -sarà un anno di ulteriore sviluppo per la gamma Lorett”.
 

Cinquanta anni di esperienza e più  di un milione di pezzi prodotti all’anno. Quanto ha influito la strategia di marketing in questi significativi risultati?

 

I risultati raggiunti dalla Lorett sono il frutto dei molti anni di attività e di una serie di elementi che hanno contribuito nel tempo a far diventare l’azienda quella che è oggi.  Hanno avuto un peso fondamentale la passione e l’impegno del suo fondatore, il Sig.Orselli, oggi perpetuati dalle figlie Laura e Lorella, la volontà di investire sulla qualità dei prodotti e dei processi che muovono l’attività aziendale, la scelta di avere da sempre una forte impronta internazionale. La strategia di marketing ha una sua valenza perché ha permesso e permette giorno dopo giorno di tradurre le necessità, le aspettative dei clienti ed i trend del mercato, in nuovi strumenti e soluzioni oltre che prodotti, naturalmente.

 

Solo vivendo e lavorando in un luogo appagante e stimolante si possono ottenere grandi risultati. E’ questo il segreto del successo della Lorett?

 

E’ senza dubbio uno degli elementi del successo della nostra azienda. Lo stabilimento di Pianezza, nato nel 2008 nella nuova zona industriale, rappresenta il punto di partenza del nuovo corso Lorett.  Gli spazi sono pensati per rendere il più agevole possibile il lavoro in tutti i settori e sono state create ampie aree nelle quali svolgere le attività più importanti, come ad esempio la sala metrologia che raccoglie tutti i macchinari di prova e di misurazione, fondamentali per curare la qualità dei prodotti. E poi, più in generale, è senza dubbio piacevole poter lavorare in un ambiente così curato e confortevole.

 

Oggi i prodotti a marchio Breda Lorett coprono il 90 per cento del parco auto di produzione europea e servono nel mondo cinquanta Paesi. A quali risultati di mercato adesso si punta per il 2014?

 

Il 2014 sarà un anno di ulteriore sviluppo per la gamma Lorett. L’evoluzione del parco auto è costante e l’attività di aggiornamento dei codici a catalogo segue parallelamente. Il processo di completamento delle applicazioni per i diversi modelli è per noi molto importante soprattutto relativamente ai  riferimenti che possono essere prodotti internamente e che rappresentano il vero valore aggiunto del nostro marchio affiancando qualità e competitività.

 

Sul fronte internazionale, l’azienda ha di recente rafforzato la sua presenza in Spagna nel settore dei ricambi. Perché?

 

Il mercato spagnolo è da tempo nel mirino della nostra azienda. Ma solo nella seconda metà del 2013 si sono realizzati i presupposti per siglare l’accordo con un magazzino logistico a Lleida per la distribuzione dei prodotti a marchio Breda Lorett. Questa nuova possibilità ci permette, anche attraverso il partner commerciale Ribó Rapresentaciones, di garantire una presenza più forte in un mercato così importante ed un flusso di consegne in linea con le necessità dei clienti spagnoli. E i primi risultati ci confortano perché la risposta del mercato supera di fatto le nostre aspettative.

 

Quanto è importante l’elemento tecnologia per garantire la qualità dei prodotti? Ed a che innovazione oggi si sta lavorando?

 

Per una azienda come la nostra, che fabbrica da molti anni parti di ricambio, l’elemento tecnologico è il fulcro stesso dell’attività. Il raggiungimento di standard qualitativi comparabili con quelli dei costruttori passa necessariamente attraverso programmi di sviluppo (supportati da strumenti di ultima generazione), progettazione, controllo e misurazione dei risultati ed una intensa attività di testing per la quale sono stati fatti importanti investimenti soprattutto per le prove su tendicinghia e tenditori automatici. L’innovazione tecnologica si sposa con il know how accumulato nel corso degli anni per dare vita alle nuove soluzioni marchiate Breda Lorett.

Commenta