Abarth 695 biposto: potenza e leggerezza! - inforicambi

Buzzauto

Archivio >

Abarth 695 biposto: potenza e leggerezza!

Era il 1965 quando il Signor Carlo Abarth, l’uomo dei record, accettò una sfida incredibile ma possibile per chi credeva nei sogni, battere il record di accelerazione con una vettura di classe G.

Da quel momento la storia del marchio Abarth prende sempre più vitalità fino a giungere ai giorni nostri dove la Abarth 695 biposto rappresenta il giusto mix tra follia, concretezza e voglia di non fermarsi mai!

Ha un qualcosa di magico, non solo per il colore della sua carrozzeria, rigorosamente “Giallo Modena” ma per tutta una serie di caratteristiche squisitamente racing, che ne fanno una vera e propria vettura da corsa, la Abarth 695 biposto tra i cordoli mostra la sua vera natura, impossibile metterla in crisi, impossibile pensare di metterla alla frusta perché i suoi limiti sono elevatissimi .

L’abbiamo provata lungo il circuito di Rieti, una pista tradizionalmente riservata alle competizioni tra kart, ebbene la sfida tra la Abarth 695 biposto ed un Kart KZ 125 è stata avvincente.

#estetica da urlo

Metti una Fiat 500 “normale”, spogliala ed inizia a equipaggiarla con una serie di accessori aftermarket di primissima qualità e il risultato è ancora lontano da ciò che è realmente la Abarth 695 biposto : dal cofano motore in alluminio, all’estrattore posteriore in fibra di carbonio, alle minigonne laterali con appendici in fibra di carbonio, ai cerchi in lega da 18 pollici OZ Ultraleggeri, per passare all’impianto di scarico Abarth by Akrapovic ed all’impianto frenante dell’italianissima Brembo!

Se ciò non bastasse aggiungete che gli interni sono stati spogliati, eliminata la radio, l’aria condizionata e le tasche portiere, l’abitacolo è “impreziosito” dai sedili sportivi Sabelt con guscio in carbonio. La panca posteriore è stata eliminata, non c’è posto per quattro passeggeri, bisogna risparmiare peso ed infatti sulla bilancia l’ Abarth 695 biposto fa segnare 997 chili.

#potenza

E’ il più prestazionale motore T-Jet mai prodotto in serie, il piccolo motore da 1,4 litri, turbocompresso, raggiunge una potenza massima di 190 cavalli, un valore che se paragonato al peso ridotto della Abarth 695 biposto porta ad un rapporto peso/potenza di soli 5,2 kg per cavallo. 

Bruciante l’accelerazione, lo 0-100 km/h avviene in soli 5,9 secondi, mentre la velocità massima è di 230 km/h!

Verdetto della pista

Siamo a Rieti, un circuito dove i kart volano, danzano tra i cordoli con una facilità impressionante: qui la Abarth 695 biposto nel confronto con un kart KZ 125 a marce si è difesa egregiamente.

Ha un assetto totalmente piatto, un motore che una volta premuto il tasto Sport, mostra grinta da vendere, il tutto accompagnato da una tonalità di scarico da urlo!

Freni potentissimi, sterzo diretto, rollio e beccheggio assenti: se cercate un auto per dare la paga a molte blasonate sportive, pensate alla Abarh 695 biposto !

Commenta