FlexFuel Energy Development per la prima volta a Autopromotec - inforicambi

autopromotec-2019

Archivio >

FlexFuel Energy Development per la prima volta ad Autopromotec

Presentata la tecnologia Hy-Carbon e la nuova struttura italiana

FlexfuelFlexFuel Energy Development, azienda francese specializzata da oltre 10 anni nello sviluppo di soluzioni per la riduzione dei consumi di carburante e delle emissioni inquinanti dei veicoli, ha partecipato per la prima volta ad Autopromotec 2019.  La fiera ha rappresentato un’importante occasione per l’impresa per presentare ai numerosi professionisti della manutenzione e riparazione auto Hy-Carbon: nuova tecnologia per la decarbonizzazione dei motori, in grado di dare una risposta concreta, ecologica e dai costi ridotti all’inquinamento causato dai combustibili. Hy-Carbon è una tecnologia esclusiva e brevettata a livello mondiale, omologata dal Ministero dei Trasporti Francese e da Bureau Veritas, che pulisce i motori incrostati grazie all’iniezione di gas (idrogeno e ossigeno, ricavati da acqua) dal collettore di aspirazione dell’aria. In questo modo viene ridata al motore la potenza originaria, senza l’utilizzo di prodotti chimici, normalmente utilizzati allo scopo. Le emissioni vengono ridotte fino al 50 per cento e i consumi fino al 15 per cento. Autopromotec ha rappresentato inoltre l’occasione per presentare la nuova sede italiana, FlexFuel Energy Development Italia, nata ad aprile 2019 a Milano e condotta da Alessandro Pastorino, dopo le aperture di filiali in Belgio e nel Regno Unito, avvenute nel 2018. “Con un parco circolante di oltre 37 milioni di veicoli, l’Italia soffre, come tutti i grandi paesi industrializzati, di problemi legati all’inquinamento che spingono spesso le autorità di competenza a ridurre l’impatto dovuto al trasporto. Hy-Carbon è una tecnologia già ampiamente utilizzata con successo in altri paesi che garantisce un contributo importante alla riduzione delle emissioni dei veicoli, senza l’impiego di sostanze chimiche, e utilizzabile sia sulle vetture sia sui mezzi più pesanti” commenta Pastorino

Commenta
Autopromotec 2019