Ricambi auto

Pneumatici, ecco le ultime innovazioni di Yokohama

Da anni Yokohama Rubber è molto attiva sul fronte dell’innovazione funzionale a migliorare le performance che contribuiscono ad una viabilità sostenibile, Per questo la casa madre continua a sviluppare tecnologie che migliorano i flussi d’aria intorno a un veicolo in movimento, con benefici sul consumo di carburante. Nel corso degli anni Yokohama ha arricchito il disegno dei propri pneumatici con fossette laterali poste sulla spalla esterna e piccole protuberanze sul lato interno capaci di diminuire la resistenza aerodinamica del componente. L’aggiornamento attuale riguarda la disposizione ad angolo di queste protuberanze anche sulla spalla interna, artificio che permette un ulteriore miglioramento della resistenza aerodinamica del pneumatico e dell’intero veicolo. Un particolare algoritmo studiato da Yokohama in collaborazione con l’Università di Tohoku è capace di individuare il miglior punto di applicazione di tali sporgenze. Yokohama sta affinando anche la propria ricerca tecnologica sulla morfologia del disegno battistrada: se le tecnologie descritte sopra riguardano la spalla e i lati dello pneumatico, questo secondo campo di studio si occupa dell’impronta a terra e delle possibilità di migliorarla per garantire al contempo ottimali performance in fatto di tenuta, frenata e rotolamento. Studiare la miglior soluzione in tal senso dà la possibilità di creare pneumatici di altissima qualità: ne è un esempio il BluEarth-1 EF20, un modello commercializzato in Giappone che ha ottenuto il massimo del rating nell’etichettatura nazionale. 

 

Articolo correlato: Nuova MX-5: il primo equipaggiamento è Yokohama Advan Sport

Commenta