Ricambi auto

Nuove funzioni nel tachigrafo digitale VDO in accordo con le recenti normative europee

Le richieste di tachigrafi digitali continuano a crescere e in futuro potranno contribuire ad aiutare le autorità preposte ai controlli, ottimizzando il flusso del traffico e la sicurezza stradale, fornendo al contempo maggiore assistenza durante i controlli dei veicoli su strada. Il 2014 ha visto l’entrata in vigore di nuove norme nell’Unione Europea, in Russia e Turchia. “Abbiamo esaminato con attenzione le nuove disposizioni per ciascun Paese e stiamo lavorando a specifiche soluzioni” afferma Michael Ruf, capo della Divisione CVAM Commercial Vehicles & Aftermarket di Continental. “VDO, brand leader nello sviluppo e fornitura di tachigrafi, offre – prosegue - già una serie di tecnologie in linea con le nuove normative comunitarie, oggi come anche in passato”.
 

Regolamento EU 165/2014: tachigrafi intelligenti che favoriscono i controlli su strada

Nei prossimi anni l'Unione europea potrà contare su tachigrafi intelligenti per migliorare la sicurezza stradale. I dettagli sono contenuti nel nuovo regolamento EU 165/2014 relativo ai tachigrafi e ai trasporti su strada dove si raccomanda che i tachigrafi digitali futuri abbiano tre nuove funzioni: un’interfaccia ITS (Intelligent Transport Systems), un’interfaccia DSRC (Dedicated Short Range Communication) e GPS/GNSS (Global Navigation Satellite System – evoluzione del sistema GPS) ad integrazione. Con queste nuove funzioni l'Ue persegue due obiettivi principali. In primo luogo, la trasmissione dei dati in modalità remota alle autorità, durante i controlli stradali, che permetterà una maggiore efficacia dei controlli sui veicoli e migliorerà i flussi di traffico.  In secondo luogo, gli autisti virtuosi, che rispettano le norme sui tempi di guida e di riposo, non dovranno perdere tempo in lunghe attese durante i controlli, potendo documentare velocemente il proprio stato.
 

Interfaccia ITS: collegamento tra veicoli e autorità

Il tachigrafodigitaleviene collegato ad un'interfacciaITSgrazie ad una connessione remota, checonsente la trasmissione didati specificiin forma anonima,comeil tempo di guida residuo. Questo genere di informazioni sono utiliper pianificare e controllare i flussi del traffico e l’utilizzo di aree di sosta attrezzate.
 

La trasmissione dei dati in mobilità consente la selezione dei veicoli durante i controlli

Grazie all’integrazione di un’interfaccia DSRC al tachigrafo digitale, l‘Ueavrà modo di effettuare controllipiù efficientiLe autorità di controlloavranno accessoremotoa specificidati della cartaconducentetramite l'interfacciaDSRC. I datisaranno trasmessidurante la guidainpochi secondie i veicoli condati utilizzati impropriamente o manipolati potranno essere fermati per un controllo.
 

Posizioni del veicolo registrabili ogni tre ore

Fino ad ora i tachigrafi digitali potevano registrare la data e l’ora solo all'inizio e alla fine di ogni viaggio, oltre al simbolo della nazione di inizio viaggio. Per velocizzare i controlli, il nuovo regolamento comunitario prevede l'installazione della tecnologia GPS/GNSS sui tachigrafi, che potranno così registrare e memorizzare la posizione del veicolo ogni tre ore di tempo di guida accumulato.

Commenta